Blog

Burro di arachidi Ricetta e curiosità a base di… legumi!

di Alessia Tupputi

Pubblicato il

Se siete capitati qui cercando “Burro di arachidi, come si fa” o “Burro di arachidi ricetta” su Google, è probabile che anche voi siate rimasti folgorati dalla bontà di questa crema spalmabile.

Il mio primo assaggio lo ricordo come fosse ieri: tramezzino con burro di arachidi e marmellata. Nel 2010 ho fatto la ragazza alla pari in Irlanda per sei mesi, il mio compito era quello di badare a due splendidi gemelli di otto anni: dovevo rassettare, intrattenerli nel tempo libero, e chiaramente preparare loro i pasti mentre i genitori lavoravano.

Irlanda, Paese anglosassone: la merenda comprendeva per forza il burro di arachidi ricetta tradizionale. Erano le “modalità di assunzione” a variare: poteva essere dentro a un tramezzino, a cucchiai accompagnato da una tazza di latte, sui cookies, oppure sempre sul pane ma con marmellata (e diciamolo, a volte anche con una crema di nocciole molto italiana!).

Le sedici, questo era l’orario preferito per lo spuntino. I bambini rientravano da scuola all’ora di pranzo, ma non lo consideravano il pasto principale. Preferivano mangiare qualcosa di veloce in modo da potersi svagare un po’ prima dei compiti, quindi la merenda diventava molto importante per poter affrontare il pomeriggio.

Burro di arachidi Ricetta e usi: che ne dite di provarlo sulle fette biscottate?

Burro di arachidi con fette biscottate

Bellissimi ricordi legati a quel periodo, un’esperienza che consiglio a tutti i giovani! In questo periodo di quarantena, stando molto a casa e con molto tempo libero, ho ripensato spesso a quei giorni: il divertimento, la compagnia e le scoperte insieme. Pensate che la mia mamma irlandese mi ha insegnato a fare la pizza!

Così, pensa e ripensa, ho deciso di provare a fare il burro di arachidi fatto in casa e sentire ancora quel buon gusto per rivivere, tramite le papille gustative, la mia esperienza irlandese. Siete quindi pronti? Partiamo allora!

Burro di arachidi Ricetta per un vasetto – Gli ingredienti

Non voglio smorzare gli entusiasmi, ma vi informo subito che l’ingrediente principale è la pazienza! Procediamo comunque passo per passo. Per realizzare questa ricetta bastano davvero pochissimi ingredienti:

  • 200g di arachidi tostate e sgusciate
  • un cucchiaio di zucchero
  • un cucchiaio di olio di semi (meglio se di semi di arachidi)

Burro di arachidi Ricetta per un vasetto – La preparazione

Il procedimento inizia con l’inserimento delle sole arachidi nel bicchiere di un frullatore il quale andrà ben chiuso e successivamente azionato. A questo punto non resta che aspettare qualche minuto finché non saranno state sminuzzate.

Una volta ben sbriciolate, possiamo aggiungere lo zucchero e l’olio (se amate il contrasto sweet and sour, potete aggiungere a vostro piacere un pizzico di sale). Vi do un consiglio: ogni tanto fermate il frullatore e rimestate il composto con un cucchiaio il modo che il tutto sia tritato con la stessa grana.

A questo punto entra in gioco l’ingrediente chiave: la pazienza. Bisogna aspettare, aspettare, e continuare ad aspettare: dopo una decina di minuti il composto sarà pronto. Il burro di arachidi che avrete ottenuto sarà molto cremoso e potrete facilmente inserirlo in un vasetto.

Burro di arachidi Ricetta per farlo in casa (ed ecco il barattolo pieno!)

Burro di arachidi fatto in casa

Come si può conservare? Si può semplicemente tenere in frigorifero per una decina di giorni. È vero che gli acidi grassi vegetali sono una parte importante della nostra dieta, ed è anche vero che non bisognerebbe esagerare, ma il fatto che sia così buono rende molto difficile che possa arrivare alla scadenza!

Curiosità su noccioline e arachidi

Avete notato che non ho mai scritto burro di noccioline? Questo è perché le arachidi non sono frutta secca, al contrario di ciò che comunemente si pensa, bensì sono leguminose originarie del Sud America. Dopo la fecondazione il peduncolo del fiore si allunga fino a farlo penetrare nel terreno.

Una volta che il peduncolo si è insinuato sotto terra, il frutto si sviluppa sino a generare il baccello come lo conosciamo noi: un contenitore di due o tre semi coperti da una sottile pellicina marrone.

Tornando al burro di arachidi, ricetta e brevetto appartengono al farmacista canadese Marcellus Gilmore Edson, che la inventò nel 1884; la pianta però era già utilizzata all’epoca degli Aztechi e degli Inca (se siete curiosi di scoprire come l’uomo ha mutato la propria alimentazione nel corso del tempo, vi lascio il link al nostro articolo a riguardo). Nei millenni si è diffusa in tutto il mondo e le arachidi vengono utilizzate per gli usi più disparati: in Italia le vediamo spesso nel periodo natalizio sulle nostre tavole, ma vengono ampiamente utilizzate tostate e salate durante gli aperitivi.

Negli Stati Uniti si può trovare un barattolo di burro di arachidi in ogni cucina e viene utilizzato principalmente spalmato sul pane; in Indonesia e Thailandia invece hanno creato la Satay, una tipica salsa preparata con aglio, arachidi, latte di cocco e altri ingredienti. Questa salsa viene usata principalmente per condire la carne. Anche in alcune parti dell’Africa le arachidi in diverse forme vengono utilizzate per arricchire piatti a base di carne.

Un’altra curiosità è che la buccia marroncina e liscia che ricopre i singoli semi, in realtà non è uno scarto: le bucce stesse, o gli estratti di queste hanno proprietà antiossidanti e vengono considerati alimenti funzionali. Se volete, potete anche inserirle nella preparazione del vostro burro di arachidi!

Burro di arachidi Ricetta extra… a base di mele!

Vi lascio con una ricetta a tema burro d’arachidi, ricetta che ho provato personalmente per voi: da leccarsi i baffi! Una volta preparato il burro di arachidi fatto in casa, procuratevi delle mele (preferibilmente le mele Golden perché sono dolci e grandi).

Il procedimento è molto semplice: tagliate le mele a metà, svuotatele al centro e adagiatele su una teglia coperta di carta forno. Una volta posizionate, spennellatele con un po’ di burro fuso – per una versione light potete saltare questo passaggio, ma io vi consiglio di sgarrare questa volta.

Preriscaldate il forno a 180° e fate cuocere le mele per 15 minuti; tiratele fuori dal forno e riempite il centro della mela precedentemente svuotato con una cucchiaiata di burro di arachidi. A questo punto le mele sono pronte per cuocere altri 15 minuti.

Se volete renderle ancora più golose, potete aggiungere al burro di arachidi gocce di cioccolato in modo che si sciolgano; oppure, una volta cotte, potreste guarnirle con cereali crunchy per contrastare con la morbidezza della mela e del burro di arachidi.

Burro di arachidi Ricetta con mele

Burro di arachidi Ricetta con mele

Se non avete voglia di cucinare, oppure avete fretta, l’abbinamento mela/burro di arachidi può essere comunque un ottimo alleato: basterà tagliare la mela a fette spesse, spalmarle di burro di arachidi e guarnire con una spruzzata di cannella. Et voilà, la merenda è servita.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: