Blog

Cesare Cremonini: una vita per la musica (e la nostra playlist lo conferma!)

di Alessia Tupputi

Pubblicato il

Buon compleanno a Cesare Cremonini che compie quarant’anni oggi! Una carriera lunghissima nella musica che è iniziata all’età di dieci anni davanti ad un pianoforte. A sedici anni Cesare fondava il suo groppo musicale, i Senza filtro.

Ma non è per i Senza filtro che ce lo ricordiamo, ovviamente: se nomini Cesare Cremonini di fronte a un millennial (non importa se fosse un fan o se non lo sopportasse) il suo pensiero andrà inevitabilmente alla propria adolescenza… e a un tormentone su un certo tipo di motorino, cavalcato percorrendo una particolare area emiliana. Ma andiamo con ordine.

La carriera di Cesare Cremonini

Nel 1996 Cremonini compone la hit Qualcosa di grande e registra il suo primo demo che contiene Un giorno migliore, Vorrei e Se ci sarai.

Un paio d’anni dopo i Senza filtro decidono di cambiare nome in Lunapop; Cesare Cremonini scrive 50 special, che li porterà il 30 novembre 1999 a pubblicare il loro primo album …Squérez?. Da qui, tutti sappiamo cosa è successo dopo, no?

Esiste qualcosa di più iconico dei Lunapop quando si parla di Cesare Cremonini? Ecco la copertina di "...Squérez?"

La copertina di Squerez

Con 1 milione e 600mila copie vendute in un anno, per noi millennial era un must have: a scuola durante la ricreazione si ascoltava regolarmente la musicassetta nel walkman riavvolgendola con la penna (se non sapete di cosa sto parlando perché siete molto giovani, date un’occhiata ai link se foste curiosi).

Nel 2000 i Lunapop vincono il Festivalbar, manifestazione che purtroppo non esiste più da tredici anni, ma all’epoca era molto famosa; nello stesso anno il premio Telegatto come rivelazione dell’anno e miglior album.

Sull’onda della notorietà, parte lo Squérez tour nei palasport: più di trenta date tra l’inizio di settembre e fine dicembre 2000 che lo portano lungo tutta l’Italia.

Ma cosa accadde ai Lunapop?

Purtroppo, come raccontato in un’intervista al cantautore, la giovane età dei ragazzi e gli impegni di ognuno non sono riusciti a tenere insieme la band. Inizia quindi nel 2002 la carriera solista di Cesare Cremonini con l’album Bagus.

Dopo il suo primo tour da solista con un discreto successo, la strada sembra spianata; contro ogni previsione passerà qualche anno prima di vederlo di nuovo sul palco.

L’album Maggese esce tre anni più tardi ma vede un artista più adulto: il Maggese theatre tour  vede l’artista accompagnato dalla London telefilmonic orchestra (composta da 30 elementi) per ben nove date.

Maggese si può dire sia l’album del giro di boa per Cesare Cremonini: è il primo lavoro della maturità in cui troviamo la solita carica e positività che lo contraddistinguono, ma anche una maggior consapevolezza della strada percorsa. Da qui il titolo: “maggese è la condizione di un campo lasciato incolto perché possa rimineralizzarsi, tornare fertile” spiega Cremonini.

Racconta come l’ispirazione gli sia venuta ascoltando un’intervista di Bob Dylan che lo ha portato poi a dedicargli una strofa della canzone omonima all’album. Dylan paragona lo scrivere una nuova canzone alla visione della nascita della prima rosa di maggio, così Cesare Cremonini decide di scrivere queste parole: “…Un bacio è solo un bacio, e marzo è una promessa, ma per qualcuno la prima rosa di maggio è una scoperta”.

Cesare Cremonini dal 2006 a oggi

Dopo Maggese arriva il primo album dal vivo (intitolato 1+8+24), poi Il primo bacio sulla luna e la raccolta 1999/2010 – The greatest hits in cui collabora con Jovanotti e Malika Ayane.

La teoria dei colori, Logico e Più che logico lo portano dai piccoli palazzetti a esibirsi al Forum di Assago. Il tour di Logico gli fa guadagnare addirittura una doppia data sold out! Lo stesso accade con il Più che logico tour all’Unipol arena di Bologna.

Nel 2017, dopo l’uscita di Poetica, Cesare sarà il primo bolognese a esibirsi con un suo tour negli stadi dopo Banana Repubblic di Lucio Dalla e Francesco De Gregori (era il 1979). Il suo primo sold out in uno stadio italiano è proprio a Bologna, al Dall’Ara.

Arrivando ai tempi più recenti di questa carriera lunga vent’anni, ricordiamo anche l’ultimo album, Possibili scenari, uscito nel 2018 e aperto dal singolo Nessuno vuole essere Robin (scommettiamo che con questo mettiamo d’accordo generazione Y e Z?). L’ultima pubblicazione è un best of intitolato Cremonini 2C2C The Best Of per celebrare i suoi primi vent’anni di carriera.

Musica… e poi?

Parlando di Cremonini come artista in senso ampio, non possiamo trascurare le sue interpretazioni come attore. La prima nel film Un amore perfetto insieme a Martina Stella e l’altra nel film di Pupi Avati Il cuore grande delle ragazze al fianco di Micaela Ramazzotti e Andrea Roncato; in entrambi i film recita come protagonista.

E dopo i film? Come Ligabue (se siete curiosi vi lasciamo il link al nostro articolo di approfondimento), anche Cesare Cremonini ha scritto un libro. Si intitola Le ali sotto i piedi e celebra i suoi dieci anni di carriera; il titolo è (come avrete già notato) il celebre verso della sua famosissima canzone 50 special.

Inoltre Cesare vince nel 2013 il Nastro D’argento come miglior canzone originale per il film Padroni di casa diretto da Edoardo Gabriellini.

E il 2020 cosa ci riserva?

Quest’anno per Cesare Cremonini sarà all’insegna dei concerti: il 21 giugno partirà da Lignano il Cesare Cremonini tour 2020 che lo vedrà riempire gli stadi delle più grandi città italiane su e giù per lo Stivale.

Quale modo migliore per prepararci al meglio a cantare a squarciagola quest’estate se non riascoltando i successi di Cesare Cremonini? Noi di Discorsivo abbiamo preparato per voi una playlist, selezionando due canzoni per ogni album pubblicato:

Lunapop – …Squérez?

– Un giorno migliore
– Se ci sarai

Cesare Cremonini – Bagus

– Vieni a vedere perché
– La cameriera dei giorni più belli

Cesare Cremonini – Maggese

– Marmellata #25
– Momento silenzioso

Cesare Cremonini – Il primo bacio sulla luna

– Il primo bacio sulla luna
– Le sei e ventisei

Cesare Cremonini – La teoria dei colori

– Amor mio
– Una come te

Cesare Cremonini – Logico

– Greygroose
– Logico #1

Cesare Cremonini – Possibili scenari

– Nessuno vuole essere Robin
– Il cielo era sereno

Cesare Cremonini – Cremonini c2c2 – The Best of

– How dare you?
– Se un giorno ti svegli felice

 

Diffondi lo spirito Millennial:

Un commento per “Cesare Cremonini: una vita per la musica (e la nostra playlist lo conferma!)

  • Claudio Bonfanti ha detto:

    Cesare è un’artista che mi piacerebbe conoscere di più. Mi sono fermato ai tempi dei lunapop ma sentendo gli ultimi singoli capisci che il ragazzo è cresciuto rispetto alla sua vespa special k. Il tuo articolo è la giusta spinta per compiere questo passo. Grazie e complimenti !

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: