Blog

Inverno con gli Acerbi

di Laura Musso

Pubblicato il

Il teatro degli Acerbi

È una compagnia teatrale professionale che opera da oltre quindici anni sul territorio astigiano, regionale e nazionale. Diffonde la passione per il teatro attraverso la produzione e la circuitazione di spettacoli teatrali. Anche con l’attività didattica svolta all’interno delle scuole. Ma anche con corsi di recitazione per adulti e specialistici per gli operatori del settore. E inoltre con l’organizzazione di eventi culturali: rassegne, festival e stagioni teatrali.

LA COMPAGNIA

È sostenuta dalla Regione Piemonte e collabora con i principali Enti ed Istituzioni regionali quali la Fondazione Piemonte dal Vivo – Circuito Regionale Multidisciplinare, la Fondazione Casa del Teatro Ragazzi e Giovani del Piemonte e altri.
Dal 2013 è diventata una cooperativa teatrale, formata in prevalenza da artisti under 35 nei ruoli di progettisti, ideatori, attori, cantanti, performer, esecutori, promotori ed organizzatori degli interventi.
Al nucleo stabile della cooperativa si affiancano giovani artisti locali e collaborazioni con artisti e compagnie piemontesi e nazionali.

Mezza Stagione 2020

La Compagnia degli Acerbi riprende gli spettacoli e ci accompagna durante il periodo invernale con tante novità ed iniziative!!

Ecco il calendario… 

Scopriamo insieme cosa accadrà sul palcoscenico del Teatro Comunale di Costigliole d’Asti.

Sabato 25 gennaio ore 21.15

C’ERA UNA VOLTA… IL CINEMA

Artisti del Teatro Regio Torino

MUSICHE DI ENNIO MORRICONE E JOHN WILLIAMS

Musica e cinema

Oltre alla genialità del regista, l’originalità della sceneggiatura e la recitazione degli attori, grande importanza è anche la forza evocativa della musica. In quanto essa da vita alle nostre emozioni. Con il suo potere di far rivivere gli sguardi, le parole e le atmosfere. L’ensemble C’era una volta… il cinema offre la possibilità di scoprire quanto sia importante il ruolo della colonna sonora originale per il successo di un film. Il gruppo presenta brani composti  per il cinema. Un’occasione per ascoltare la magia del cinema in una sala da concerto, senza l’accompagnamento delle immagini.

Domenica 9 febbraio ore 16

Paolo Nani

LA LETTERA

AGIDI

Una novità

Un appuntamento la domenica pomeriggio esteso alle famiglie. Questo spettacolo è  rappresentato a livello internazionale dal 1992. Ha superato le 1500 repliche e continua a stupire. Anche dopo averlo visto decine di volte, per la sua capacità di tenere avvinto il pubblico alle sorprendenti trasformazioni di un formidabile artista.
Paolo Nani, solo sul palco con un tavolo e una valigia di oggetti, riesce a dar vita a 15 micro storie, tutte contenenti la medesima trama ma interpretate ogni volta da una persona diversa.  Un artista che è considerato a livello internazionale uno dei maestri indiscussi del teatro fisico.

Domenica 16 febbraio ore 16

KLINKE

ARTEMAKIA

Una domenica a teatro per bambini e famiglie.
Milo Scotton è l’unico italiano diplomato alla École Nationale de Cirque di Montréal in Canada. Da cui nascono il Cirque du Soleil e il Cir- que Éloize. Lei viaggia il mondo in una scatola, lui è pronto a tutto pur di star lontano dai problemi… Un corteggiamento mozzafiato per una biz- zarra storia d’amore. Tra scatole, scale e valigie, nel ritmo prevedibile del quotidiano spunta l’insolito gioco di Klinke: un diablo per brindare, una cascata di calzini, uno scambio di clave “all’arrabbiata” e un tessuto intrecciato di poetiche acrobazie. Cosa potrà mai succedere al confine sottile tra poesia ed euforia se si è in balìa degli equilibri più incerti? A Milo e Olivia piace stravolgerli lasciandovi a bocca aperta.

A seguire merenda in teatro.

Sabato 29 febbraio ore 21

IO, ME E LUPIN

testo e regia Lia Tomatis

ONDA LARSEN

La nuova commedia di Onda Larsen in anteprima sul territorio astigiano. Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo più famoso del mondo è tornato. E non è solo, con lui ci sono anche Jigen, Goemon e Margot. Eppure non siamo in un racconto di Maurice Leblanc, o in un fumetto di Mangaka, o in un film, un manga o un cartone animato: siamo qui e ora… ma come è possibile trovarsi oggi in un teatro, borseggiati proprio da Lupin in persona?!

Pillola di danza #Embracing (prima dello spettacolo)

Con la coreografia di Giovanni Napoli solista presso Ballett Des Staatstheater Augsburg. Danzatore Cosmo Sancilio solista presso Ballett Des Staatstheater Augsburg. Costumi di Nuvia Valestri.
Musica di Eyes Shut – Nocturne in C Minor.

Sabato 7 marzo ore 21

IL CANTINIERE GENTILUOMO 

testo e regia di Fabio Fassio
TEATRO DEGLI ACERBI

con Andrea Caldi, Patrizia Camatel, Dario Cirelli, Fabio Fassio e Elena Romano

durata dello spettacolo: atto unico di 60′

LO SPETTACOLO

La commedia si ispira al genio comico di Molière e alla letteratura di Charles Dickens. Quindi la narrazione procede con l’alternarsi di una comicità schietta a momenti di semplice poetica paesana. Se da una parte ricalca i canoni della farsa dialettale piemontese, dall’altra ricorda la commedia di fine Ottocento di Feydeau, alternando colpi di scena a continui cambi di ritmo.

Il cantastorie

La voce narrante è quella del nipote del protagonista, un cantastorie che alterna brani cantati in rima a flashback della sua infanzia, a commenti su vicende e persone. All’interno della cornice c’è la commedia affollata di personaggi. Questi appaiono e si dileguano. In un vortice che mescola surreale, parlata nostrana e giochi linguistici.

La vicenda

Un vignaiolo delle Terre Astesane è in procinto di rivoluzionare la sua azienda agricola fino ad allora impostata su metodi tradizionali. E’ il momento di fare un balzo avanti. Il mondo corre veloce e anche lui vuole correre veloce.

Le scelte ingenue…

Così il cantiniere, su consiglio della moglie consulta dei professionisti per presentare e pubblicizzare il suo vino in modo accattivante.

Attenzione alle trappole….

Una moglie avida, consulenti disonesti, web designer improvvisati, sedicenti esperti commerciali, arrivisti senza scrupoli, enologi 2.0, artisti dell’etichetta e una pletora di questuanti pronti ad approfittare della sua buona fede lo allontanano dalla sua storia e dalla sua vera vocazione.

…insidiose 

Una carrellata di personaggi stravaganti con le proposte modaiole più insulse ed esose, del tutto incuranti della qualità del prodotto e volte solo alla commercializzazione sfrenata.

Ma accade che…

Sfinito cade addormentato e viene visitato da tre fantasmi… comprenderà la lezione? Il sogno indurrà il protagonista a ritornare alle radici, alla passione per il lavoro che diventa arte. Inoltre ritrovare l’affinità con chi condivide gli stessi valori.

Conclusione…

Il vino è il prodotto della terra, dell’uomo e delle tradizioni. Come tale va rispettato, amato, compreso.
Nella prospettiva del progetto “Asti, Vino e Cultura”, questo spettacolo vuole essere testimone delle “buone pratiche” vinicole del nostro territorio e ambasciatore culturale del fare il vino all’astigiana. Nell’ottica dell’importanza della conservazione del territorio, dei suoi doni e della qualità dei suoi prodotti.

Pillola di danza MANBUHSA (prima dello spettacolo)

Coreografia di Pablo Girolami. Danzatori Giacomo Todeschi, Pablo Girolami. Musica Ugate Sooraj – Jota Karloza – Hey Furtila (hey Perky) – Miss Clo.

In collaborazione con il NETWORK ANTICORPI XL.
PREVENDITE

A Costigliole d’Asti presso:

Tabaccheria Borio Carlo
via Roma n.44 – Tel. 0141/961449

Ad Asti presso:

Fumetti Store – Via Nino Costa n.9/11 Tel. 0141/1764490

INFO E PRENOTAZIONI

Teatro degli Acerbi

cell. 339/2532921

info@teatrodegliacerbi.it

www.teatrodegliacerbi.it

www.piemontedalvivo.it

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: