Blog

Road to Scotland: viaggio in Scozia in 16 tappe (+2) – Day 4 Glenfinnan e Eilean Donan Castle

di Enrico Cantarelli

Pubblicato il

Glenfinnan & Eilean Donan Castle, Day 4 – Tobermory, Glenfinnan, Eilean Donan Castle, Carbost, Dunvegan (196 miglia, 6h)

Eilean Donan

Eilean Donan Castle

 

Il traghetto che porta da Tobermory a Kilchoan parte alle 7,20 di mattina per cui ci tocca un’alzataccia. Arrivati a terra entriamo ufficialmente nella regione delle Highlands occidentali e assaporiamo già l’atmosfera in cui sorge l’Eilean Donan Castle. Le strade sono sempre estremamente strette e solitarie, noi dirigiamo l’auto direttamente verso est, superando la Ardnamurchan Distillery e l’Ardnamurchan Natural History Centre.

Una solitaria strada a una corsia nella penisola di Ardnamurchan

L’estremità del Loch Shiel presso Glenfinnan

All’estremità settentrionale del Loch Shiel, un lago interno di forma allungata, ci attende la località di Glenfinnan, meta turistica famosa in tutta la Scozia per diversi motivi. Il primo in ordine d’importanza è che proprio qui il “giovane pretendente” Bonnie Prince Charlie, alzò il suo stendardo dando inizio alla famosa rivolta giacobita del 1745. Carlo Edoardo Stuart, legittimo erede al trono di Scozia, guidò un esercito di highlanders a diverse vittorie spingendosi in territorio inglese, prima di prendere la malaugurata decisione di ripiegare verso nord e subire la clamorosa sconfitta di Culloden nel 1746.

 

Glenfinnan Viaduct

Un centro visitatori gratuito e un monumento a torre nel luogo in cui si presume venne eretto l’araldo degli Stuart, ricordano questo drammatico evento. L’altro motivo che richiama turisti a Glenfinnan è di origine più recente e meno romantica, ma altrettanto suggestiva. Il Glenfinnan Viaduct composto da 21 arcate, parte della West Highland Railway che compone il famoso tratto della “Road to the Isles” è stato scelto nel 2001 per girare scene della serie di film su Harry Potter. Da allora il Jacobite Train, un treno a vapore sul quale si può ancora viaggiare immersi in atmosfere di inizio ‘900, è divenuto per tutti i fans della saga l‘”Hogwarts Express”.

The Jacobite Train, ovvero l'”Hogwarts Express”

Incuriositi dal sito cinematografico, saliamo il breve sentiero per giungere al punto panoramico dal quale si ha una ottima visuale del treno in arrivo, che sbuffando il suo fumo nerastro, compie uno scenografico percorso sul viadotto. Si possono fare magnifiche foto e riprese video se si trova un posto tra la miriade di persone e i droni che si alzano in cielo appena la colonna di fumo s’intravede. Controllate su internet gli orari e assicuratevi di essere sul posto almeno 15 minuti prima della partenza o dell’arrivo del treno a Fort William.

Eilean Donan

La solitaria costa occidentale delle Highlands, sullo sfondo Skye Isle

A questo punto il programma prevederebbe di prendere il traghetto da Mallaig per raggiungere la parte meridionale di Skye, ma all’arrivo al terminal ci comunicano che la corsa che abbiamo prenotato per le 13.00 è annullata per un guasto tecnico. La scelta è tra rimanere in lista d’attesa per le prossime corse, senza la certezza di salire a bordo, o guidare verso nord per 3 ore fino al ponte che collega Skye alla terraferma. Optiamo per la seconda alternativa, dato che non siamo sicuri di poterci imbarcare: dovremo quindi saltare la parte sud di Skye.

La strada verso il ponte a Kyle of Lochalsh è abbastanza trafficata e attraversa regioni montuose ricche di laghi: il panorama non delude ancora una volta. Dopo circa due ore e mezza arriviamo presso Dornie e decidiamo di variare costruttivamente il programma. Alle 16.00 entriamo in uno dei siti più fascinosi e conosciuti di tutta la Scozia: l’Eilean Donan Castle, fortezza del clan MaCrae, famoso per essere stato il set di parecchi film (Highlander, Entrapment, 007: The World Is Not Enough).

Eilean Donan

Eilean Donan Castle

Eilean Donan Castle è uno dei monumenti più fotografati della Scozia per la sua posizione scenografica. Il castello, eretto su un isolotto in posizione strategica all’incontro di tre lochs marini, è fotogenico soprattutto al tramonto, col sole che cala dietro di esso. Il ponte in pietra che oltrepassa lo stretto braccio di mare è un’aggiunta relativamente recente, originariamente si raggiungeva la struttura in barca.

Eilean Donan

Suonatore di cornamusa all’Eilean Donan Castle

Eretto nel 1230 per difendere la zona dai Vichinghi, il castello è stato protagonista anche della prima rivolta giacobita del 1719. Si visitano diversi ambienti interni, pieni di interessanti cimeli di famiglia, forse più apprezzabili unendosi ad una visita guidata. Il problema reale del luogo è la moltitudine di turisti che lo affolla e che ne penalizza l’atmosfera. Consiglio di visitarlo appena apre alle 10.00 o verso sera alle 16.00, evitando i gruppi delle ore centrali. Alle 17.30 troverete quasi certamente un suonatore di cornamusa all’uscita che si presterà a stupende fotografie con lo sfondo del castello.

Il favoloso paesaggio di Skye

Oltrepassato lo Skye Bridge, arriviamo nella splendida cornice naturale dell’isola di Skye, una terra con coste frastagliate e massicci montuosi centrali che la rendono uno dei paesaggi più amati di questo viaggio. Dato che il pomeriggio sta per terminare dirigiamo senza soste verso la parte occidentale dell’isola, fermandoci solo in qualche punto spettacolare per scattare foto con una luce ottima.

 

Talisker Distillery, Carbost

Abbiamo il tempo di osservare da fuori la maestosa Talisker Distillery, che produce il tipico whisky dal sapore vagamente salino per la vicinanza col mare, prima di cenare a Carbost e proseguire per il pernottamento a Dunvegan. Le molte miglia macinate si fanno sentire, ma alla stanchezza fanno da contraltare i magnifici siti visitati in giornata.

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO DOMENICA 18 AGOSTO CON L’ISOLA DI SKYE

 

TAPPA PRECEDENTE QUI

 

Other Tips (alternative di visita)

Tobermory Lighthouse, Mull Isle

  • Ardnamurchan Point col suo famoso faro offre magiche vedute delle Ebridi.
  • Castle Tioram: presso il Loch Moidart è un castello diroccato tra i più romantici di tutta la Scozia, accessibile tramite una strada di sabbia bianca sopraelevata.
  • Land, Sea and Islands Centre: ad Arisaig è un piccolo museo dedicato alla storia sociale e naturale della zona
  • Silver Sands of Morar: una delle spiagge più incantevoli della costa ovest, con sabbia bianca silicea.

    Uno dei tanti lochs che punteggiano le frastagliate coste occidentali

  • Bright Water Visitor Centre: su un isolotto a metà dello Skye Bridge è situato il luogo in cui il naturalista Gavin Maxwell è vissuto. È uno dei posti migliori per provare a vedere le schive lontre marine, ma è necessario prenotare con anticipo.
  • Dunscaith Castle: nella punta più remota della penisola di Sleit a Skye, le rovine di questo castello sono ricche di leggende celtiche.
  • Armadale Castle: una fortezza abbandonata e restaurata del clan MacDonald, che vanta magnifici giardini nella parte meridionale di Skye.

Eating & Sleeping

Il delizioso stufato di manzo dell’Old Inn di Carbost

  • The Old Inn a Carbost: scoperto per caso, è una vera chicca! Come in tutti i pub scozzesi, si riempie alle 18.00 e se non si prenota si rischia di attendere al bancone bevendo una birra. Poco male! Lo stufato di manzo servito ricoperto da una cialda di pasta sfoglia ripagherà dell’attesa.
  • Dunvegan Camping Pods: uno splendido modo di pernottare in alternativa alle guest house. I camping pods sono bungalow in legno con tutto l’essenziale: cucina, letto
    Eilean Donan

    Dunvegan Camping Pods, il pernottamento originale

    queen size, divano letto e bagno. Sono situati dietro l’ufficio postale di Dunvegan, in un giardino pacifico e silenzioso, il pagamento è online (105.00£, colazione non inclusa), check in e check out sono indipendenti.

Books

  • Bonnie Prince Charlie: A life di Peter Pininski (Amberley Publishing): è solo uno dei tanti volumi sulla romantica storia di rivolta del giovane principe Carlo Edoardo Stuart. Una lettura importante su uno dei più famosi personaggi scozzesi.

Kids

The Jacobite Train

  • Naturalmente i bambini abbastanza cresciuti si appassioneranno alla storia di Harry Potter e saranno entusiasti di osservare dal vivo “l’Hogwarts Express”.

Stranger Things

  • È abbastanza inspiegabile come non sia possibile avere la certezza di salire su un traghetto che ha posti auto limitati. Cancellata una corsa dovrebbe essere possibile sapere se si può essere riprotetti sulla successiva o meno, invece tutto ciò non è prassi in Scozia.

    La costa ovest di Skye al tramonto

  • I cervi, venison in inglese, sono una specie che nei paesi anglosassoni viene allevata, per cui non è raro vedere dei branchi che pascolano in spazi recintati. Noi abbiamo anche la fortuna di vedere un cervo reale libero che ci attraversa la strada.

    Un sorso di Talisker al pub The Old Inn, di fronte all’omonima distilleria

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: