Blog

Langhe, terre dell’UNESCO: teatro e musica

di Laura Musso

Pubblicato il

PAESAGGI E OLTRE 2019 

Teatro e musica d’estate nelle terre dell’UNESCO 

La manifestazione è arrivata  alla XVIII edizione.

Promossa dalla Comunità delle Colline tra Langa e Monferrato. 

Coinvolge i  Comuni di CASTAGNOLE DELLE LANZE, COAZZOLO, COSTIGLIOLE D’ASTI e MONTEGROSSO D’ASTI.

Sotto il patrocinio dell’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.  

La direzione artistica, organizzativa e tecnica è a cura del Teatro degli Acerbi.

Il paesaggio si fa teatro. Il teatro diventa paesaggio.  

Un “palco sulle colline” tra Langa e Monferrato. Una porta aperta sul paesaggio vitivinicolo Patrimonio dell’Umanità da cui guardare oltre. Dagli organizzatori abbiamo ricevuto l’invito

“ad avere nuovi occhi” e percorrere un nuovo, appassionante ed unico viaggio. Alla scoperta di questo sorprendente territorio ricco di arte e storia. Mete culturali e turistiche a due passi da casa. Passeggiate al pomeriggio tra le colline. Serate sotto le stelle. Da trascorrere respirando curiosità, meraviglia e bellezza.

Costigliole d’Asti 

Un appuntamento speciale nel Parco del Castello medioevale dei conti Verasis-Asinari. Ora sede del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato. Anche luogo di cultura recuperato e riaperto. 

Serate organizzate su questa naturale “terrazza” con vista sui vigneti. Nonché  sulla piana del Tanaro. E visuale sulle colline della Langa astigiana. 

Coazzolo

Passeggiate sul sentiero naturalistico tra le vigne e le colline. Per arrivare alla Madonna del Carmine recentemente dipinta dall’artista britannico David Tremlett. Da un incredibile anfiteatro un altro scorcio suggestivo.

Castagnole delle Lanze

Il belvedere dietro al Municipio farà da palco sul paesaggio. Lì si aspetterà il tramonto. Tra i cortili, i portici colorati e le vie del centro storico. Fino sulla sommità della Torre Ballada di Saint Robert. 

Montegrosso d’Asti

Salita all’antico Castello. Corona la sommità del colle. Da dove si domina tutta la vallata ed il paese sottostante. 

Un teatro fuori dai teatri. Narrazione, musica nel e per il paesaggio. 

            

         

Per la prima volta al festival la compagnia spagnola Los Galindos. Presenterà lo spettacolo Petites Bestieses. Allestito in una yurta da cento posti montata nel parco del Castello. Un piccolo circo costruito con legno e stoffa. Uno scrigno intimo e poetico dove assaporare la sua magia tra incanto e meraviglia. 

Preludi all’amore

Una novità. Un reading-spettacolo con in scena il narratore e autore Luigi D’Elia (recente vincitore del Premio Eolo) e i Bevano Est. Una eclettica formazione di strumenti acustici.

Propone, con sottile ironia, una musica di propria composizione. Sguaiata e delicata. In teatro si siede scomposta. In osteria chiede ascolto. Infine in piazza fa ballare. 

Pentesilea

Uno spettacolo internazionale di piazza. Realizzato dal Teatro dei Venti. Uno scontro tra trampoli, tamburi e…amore.  

Promessi! 

Ovvero I Promessi Sposi. In scena con Teatro Invito. Una grande narrazione popolare. 

Completeranno il cartellone appuntamenti con attori e musicisti in inediti omaggi ai luoghi. 

Da segnalare

“Gino Bartali, eroe silenzioso”.  Omaggio al ciclismo eroico degli anni ’30 con Luna e Gnac Teatro.

Una nuova fiaba contemporanea con Antonio Catalano e Patrizia Camatel. Da gustare nel bosco. Narra la sapienza degli antenati e le vecchie storie che sembrano smarrite.

Un viaggio teatrale e musicale con i sei attori-musicisti del Faber Teater. Evocano mondi, avventure, viaggi da diversi Paesi del mondo.

Innamoramenti e tradimenti. Tra foto ricordo e musiche, lotte, danze.Il Betti Zambruno Trio in un repertorio di canti e canzoni.  Raccontano storie e storia. Dalle antiche ballate popolari alle canzoni d’autore. Trasmigrando tra il folk e il jazz. 

Rotte inconsuete 

Agli spettatori-pellegrini del Festival, per la prima volta si offre un percorso veramente inconsueto. Poesia e musica tra le lapidi di un cimitero di campagna con il Teatro degli Acerbi.

Macabro? No. Un’ccasione insolita per poter scoprire luoghi suggestivi e panoramici delle nostre colline. Dove poter godere di bellezza e quiete. Sulle orme dei nostri antenati.

Così autori e attori interpretano la loro scelta.

A vent’anni dalla scomparsa di Fabrizio De André e con riferimento all’ “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Masters, il Teatro degli Acerbi, ispirato dall’idea di Pietro Giovannini (giornalista ed esperto conoscitore del territorio astigiano e langarolo), desidera omaggiare il grande patrimonio umano, culturale, paesaggistico e architettonico raccolto nei più bei cimiteri del Monferrato e della Langa attraverso questo spettacolo itinerante fatto di parole e musiche immortali. 

Gli attori e il musicista conducono gli spettatori in un percorso tra le lapidi, gli alberi e i cespugli che naturalmente compongono la più perfetta delle scenografie. Le note e le parole in un cimitero hanno più peso perché si è più predisposti all’ascolto, al silenzio; esse risuonano più pure, invitandoci ad alzare poi lo sguardo verso i luoghi circostanti, dove le persone che ora qui riposano hanno vissuto: vite tragiche o monotone, insignificanti o piene di cose da fare, comunque spunto per riflessioni di portata universale: sulle radici, certo, ma anche sul significato della vita, delle fatiche e gioie quotidiane, dei legami fra le persone e infine della morte. 

Uno scatenatissimo spettacolo d’animazione.

Ha entusiasmato e coinvolto centinaia di piazze italiane ed europee. Con la Compagnia Il Melarancio. Gli spettatori diventano attori. 

Pillole di paesaggio

Condotte da paesaggisti, degustazioni e racconti dei vini del territorio. 

Gli spettatori che percorreranno le varie tappe del viaggio nel festival potranno avere il “passaporto paesaggieoltre” in cui collezionare un timbro di “visto” per ogni evento, ed inoltre potranno “raccontarlo” sui social. 

Carlo Mancuso Presidente Comunità delle Colline tra Langa e Monferrato con Massimo Barbero e Dario Cirelli del Teatro degli Acerbi così concludono.

Siamo certi che vi contageremo ancora una volta con lo stupore e la voglia di attraversare e vivere anche questa estate nello splendido contesto tra Langa e Monferrato. 

PROGRAMMA SINTETICO 

  • Sabato 13 luglio h 21.30 ** 

COSTIGLIOLE D’ASTI / frazione Loreto 

GINO BARTALI, EROE SILENZIOSO 

di Luna e Gnac Teatro 

  • Venerdì 19 luglio h 19.00 / 20.30 / 22.00 itinerante a gruppi ***

MONTEGROSSO D’ASTI / frazione Santo Stefano, Cimitero 

DORMONO… SULLE COLLINE 

Narrazione in vita dei nostri Antenati 

con il Teatro degli Acerbi 

  • Domenica 21 luglio h 18.00 * 

COAZZOLO / sentiero 

LA DIMENTICANZA DELLO SCOIATTOLO

a cura di casa degli alfieri con Antonio Catalano e Patrizia Camatel 

  • Venerdì 26 luglio h 18.00 e 21.30 **** 

COSTIGLIOLE D’ASTI 

PETITES BESTIESES 

Circo nella yurta 

con i Los Galindos 

  • Venerdì 2 agosto h 21.30 

CASTAGNOLE DELLE LANZE 

PRELUDI ALL’AMORE 

di INTI / Luigi D’Elia e i Bevano Est 

  • Domenica 4 agosto h 17.30 * 

CASTAGNOLE DELLE LANZE / cortili 

EMIGRANTI. Un viaggio teatrale e musicale. 

realizzato da Faber Teater 

  • Venerdì 9 agosto h 21.30

MONTEGROSSO D’ASTI 

PENTESILEA 

allestito dal Teatro dei Venti 

  • Giovedì 15 agosto h 21.15 **

COSTIGLIOLE D’ASTI / frazione San Michele 

con il BETTI ZAMBRUNO TRIO 

  • Sabato 17 agosto h 21.15 

COAZZOLO 

PROMESSI! ovvero I Promessi Sposi in scena 

del Teatro Invito 

  • Martedì 20 agosto h 16.30 ** 

MONTEGROSSO D’ASTI 

La battaglia dei cuscini 

organizzata dalla Compagnia Il Melarancio 

Nel programma anche

• degustazioni di vini del territorio 

• “pillole di paesaggio” condotte da paesaggisti dell’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato 

Ingresso € 10,00 / € 8,00 ridotto 

* Passeggiata teatrale con partecipazione gratuita 

** Ingresso gratuito 

*** Ingresso gratuito, a gruppi, consigliata prenotazione cell. 339/2532921 

**** Spettacolo nella yurta da 100 posti, su prenotazione cell. 339/2532921 – ingresso € 10,00 / € 8,00 ridotto / € 5 bambini 

Per ogni informazione

cell. 339/2532921 

fb teatro.degli.acerbi

ig teatro_degli_acerbi

tw @teatroacerbi 

www.langamonferrato.it

#paesaggieoltre2019 

Sul sito www.teatrodegliacerbi.it  è possibile scaricare il libretto completo del programma.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: