Blog

“What?” – Grammlò, You know nothing Jon Snow

di Alessia Tupputi

Pubblicato il

Mail di redazione, arriva la proposta di recensire un disco: dopo aver ascoltato tutti gli album disponibili, scelgo i Grammlò. Perché? Perché un gruppo che accompagna l’album di esordio con lo slogan “Regola numero uno: i nostri ascoltatori devono muovere la testa e il culo” già lo amo.

D’altronde “What?” non ti fa stare fermo: la musica ti prende già dalle prime note, con una mescolanza di diversi generi.

Copertina “WHAT?” dei Grammlò

Come si legge nel comunicato stampa di Blob Agency di Bologna, i Grammlò hanno inciso questo album che racchiude groove funk, afrobeat, jazz, indie, soul e ovviamente progressive, con il flauto traverso che rimanda all’iconico gruppo dei Jethro Tull.

I Grammlò al completo

Poi, sarò io in fissa con l’Irlanda, ma voi non trovate un forte richiamo alle musiche celtiche nel brano “Light off”?

La track list comprende cinque brani in cui si sente la crescita del gruppo a livello di suoni e espressione:

1–The bill

2–Bad day

3–What? (godervi il video autoprodotto… merita la visione!)

4–Light off

5–You know nothing

A mio parere, l’apice si raggiunge con il brano “you know nothing” in cui troviamo il più divertente ritornello dell’intero album:

“you misanderstood the Grammlò, you know nothing Jon Snow”

Ora, da vera fan di Game of Thrones, (avete letto le nostre recensioni dell’ultima stagione? 1, 4, 6) non posso non cogliere la meravigliosa citazione!

I Grammlò, band lombarda, nascono nel 2011 con una formazione composta da due persone; oggi invece, sono un gruppo di ben sei musicisti che sperimenta novità sonore e continua a crescere stilisticamente.

Insomma, vi lascio all’ascolto di “What?”, un album incredibilmente interessante: potete trovarlo su Spotify oppure acquistarlo cliccando qui.

Di seguito trovate tutti i contatti della band:

Youtube

Facebook

Instagram

“You know nothing, music is coming speaking Grammlò”

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: