Blog

Weekend ad Amburgo come un “local”

di Luca Leardini

Pubblicato il

Se avete qualche conoscente  tedesco chiedetegli quale sia la città più bella della Germania (oltre la propria) il 90% delle volte vi risponderà: Sie ist Hamburg, klar! Se la scena alternativa di Berlino non fa per voi, o volete semplicemente cambiare destinazione, Amburgo è la città giusta per voi.

Questo viaggio è nato grazie al consiglio di un’amica che mi ha fatto scoprire sul sito della compagnia aerea Eurowings la modalitá Blind Booking. Si inserisce l’aeroporto di partenza e la data del viaggio e solo dopo aver pagato (prezzo fisso e popolare di 66 € A/R)  viene comunicata la meta: e Amburgo sia!

Decido di vivere il mio weekend come un vero Hamburger (in tedesco i cittadini di Amburgo si chiamano così, non ridete) anche se la prima volta in una nuova cittá la tentazione di visitare i posti più turistici è tanta. Per soggiornare ho trovato una camera in un Airbnb nel quartiere di St Georg a pochi passi dalla stazione centrale. Qui il proprietario, Ani, mi ha fornito tantissimi consigli per vivere al meglio la città come in vero tedesco sa fare.

Caffè, Elbphilarmonie e poi tutti in spiaggia sulla Elbstrand di Amburgo

Una delle cose che ho amato di più di Amburgo è la presenza di tantissimi caffè dove fare colazione e guardare la gente passeggiare. Così mi dirigo da Frau Möller sulla Lange Reihe a due passi dal mio appartamento. Il tipico tedesco opterebbe per Cappuccino e Bretzel, ma io sono amante della colazione dolce e al cappuccino abbino una Zimtschnecke (una girella alla cannella).

Dopo la ricarica di zuccheri con la U-Bahn raggiungo il nuovissimo landmark urbano della città: la Elbphilarmonie. Ok sento già le critiche che piovono: il posto è ultra-turistico! Ma vi ricordo che sono un architetto e mi sono dovuto recare sul sito per amore dell’arte! Mica per altro!

Ad ogni modo un semplice giro ne vale la pena per due motivi:

  1. si può salire sulla terrazza (la Plaza) gratuitamente e godere di una vista a 360 gradi sul porto;
  2. nei pressi della Filarmonica si trova la cosiddetta Speicherstadt e Hafencity;

Quest´ultima è il porto antico di Amburgo, costituita dai tipici palazzi di mattoni scuri che ricordano tanto una vecchia Londra, o l’Olanda. Oggi sono stati riconvertiti in appartamenti, negozi, banche, musei e ristoranti nonché sedi di uffici portuali. Una piacevole camminata vi farà scoprire tanti bar dove concedersi una pausa e ammirare come la zona sia stata rivitalizzata con nuove architetture che si integrano alla perfezione con quella storica.

Uno dei ponti di Amburgo. Infatti è la città con più ponti in Europa: sono 2479

Amburgo è la città con più ponti in Europa: sono 2479

Una delle facciate tipiche dei vecchi Docks di Amburgo

Una delle facciate tipiche dei vecchi Docks

La regola d´oro in Germania é quella di godere di ogni minuto di sole che viene regalato. Ad Amburgo si può fare questo recandosi in … spiaggia! Poco lontano dal centro si trova infatti la Elbstrande, ovvero la spiaggia del fiume Elba. Niente a che vedere con la costa romagnola, ma ideale per mettere i piedi a mollo e godersi il pranzo sulla sabbia, giocare a carte, con e come gli anziani, e bere una birra. Volendo ci si può anche sedere a mangiare un panino per una veloce pausa pranzo sulle rive del lago Alster dove la natura fa capolino in città: perdetevi camminando sul lungofiume o provate l´ebbrezza di fare Paddleboard sul fiume.

La Elbstrand di Amburgo, la spiaggia sul fiume

La Elbstrand

La Elbstrand è piena di villette che si affacciano sulla spiaggia. Prezzo su richiesta 🙂

Night life e musica dal vivo ad Amburgo

Una famigliola fa Stand Up Paddle Surf sul Mundsburger Kanal

 

La cultura della musica dal vivo è ad Amburgo molto sentita, può capitare non di rado di trovare concerti all’aperto di qualsiasi genere: per esempio l’orchestra della Polizia che intona una bossa nova all’ombra del palazzo del comune o un festival Jazz di giovani talenti che canta Michael Bublè sulle rive dell’Elba. Il mio consiglio è solamente di camminare senza una meta nel centro, potreste essere fortunati.

Tra le altre cose ad Amburgo hanno mosso i loro primi passi i Beatles, suonando nei locali della Reeperbahn la strada principale del quartiere a luci rosse, cioé St Pauli. Qui la movida é veramente a livelli estremi e molto molto turistica. Anche se consiglio di fare una breve passeggiata, magari durante il giorno, la sera ci si puó

St Pauli by night

dirigere senza problemi verso la Schanzsterne. Un quartiere carinissimo dove si mangia, si beve e ci si rilassa: consigliatissimo é la Omas Apotheke (La Farmacia di Nonna). Cibo buono a prezzi ragionevoli e tanta birra! Se invece siete in zona St Georg potete tornare sulla Lange Reihe che, in stile Viale Ceccarini a Riccione, offre negozi di vestiti vintage, pub e ristoranti e tantissime gelaterie.

Insomma Amburgo ha tantissimo da offrire: è la seconda città più popolosa della Germania, un perfetto mix di cultura, tempo libero, natura, musica e storia che offre tante diversi modi di viverla: basta solo esplorarla e vi ruberà il cuore.

 

Risorse utili

Qualche sito utile per organizzare il vostro viaggio:

 

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: