Blog

Criticare Federica Pellegrini? Servirebbe alzarsi in piedi e batterle le mani

di Francesco Sbordone

Pubblicato il

Federica Pellegrini

Quando hai ventinove anni e batti ragazzine di vent’anni, ti puoi solo chiamare Federica Pellegrini. La ragazza, la donna che fuori e dentro l’acqua ha più  di qualche problema con la concentrazione, spazza via ogni dubbio e ai mondiali di nuoto si conferma regina assoluta.

Federica Pellegrini la vincente

Siamo a Budapest ma anche a Milano, Napoli, Bologna e Reggio Calabria. La gara si svolge nella capitale ungherese ma è  tutta l’Italia che trattiene il fiato per Federica Pellegrini. La regina del nuoto italiano, si appresta ad affrontare la finale dei 200 metri stile libero. La rivale di Federica é Kathleen “Katie” Genevieve Ledecky, classe 1997. Ben nove anni in meno di Federica Pellegrini. Considerata da molti l’anello di congiunzione tra il nuoto maschile e il nuoto femminile, è la primatista mondiale dei 400, degli 800 e dei 1500 m stile libero, nonché campionessa olimpica in carica dei 200, 400, 800 e, con la squadra statunitense, della staffetta 4×200 m.

Nonostante l’età e nonostante la distanza non sia a lei molto congeniale, Federica Pellegrini sfodera una prestazione da applausi e vince la medaglia d’oro a discapito della sua giovanissima rivale.

Federica Pellegrini e la vittoria contro le critiche

Uno sportivo ma in special modo una donna di sport, viene spesso criticata. Considerata il sesso debole, storicamente ha regalato più soddisfazioni del sesso maschile nello sport. Non fa eccezione Federica Pellegrini che negli anni nonostante le tante vittorie è  stata vittima di tantissime critiche.

Federica Pellegrini

Senza andare troppo indietro negli anni. Federica Pellegrini, dopo la delusione per la mancata medaglia nei 200 stile alle Olimpiadi di Rio e la rinuncia ai 100 stile si sfoga sui social. “Io non capisco, può esistere un po’ di buon senso anche da parte dei giornalisti. Ho rinunciato ai 100 perché subito dopo ho la4x200 e non per altro”, spiegando così il motivo per cui non si presentó ai blocchi della gara regina. Ma l’azzurra, sotto i riflettori tra aspettative di pubblico e stampa, non si limita alle spiegazioni e a chi le scrive che avrebbe dovuto dare il buon esempio e non rinunciare risponde furiosa: “Coglione…lo faccio perché mezz’ora dopo ho la staffetta e voglio dare il massimo lì”.

Il problema di questa ragazza é legata alla sua vita privata. Dal momento in cui si è  capito che era una vera campionessa, su di lei si sono accesi anche i riflettori del gossip. Federica ha regalato più  di qualche scoop con cambi di allenatori e cambi di fidanzati, regalando ai suoi detrattori la possibilità di criticarla. Viene criticata per la sua vita privata ma poi sono tutti pronti a salire sul carro dei vincitori appena Federica s’infila il costume e vince prestigiose medaglie.

In un paese democratico, ognuno ha diritto di esprimere la propria opinione ma alcune volte bisogna contare fino a dieci prima di esternare cose poco carine. Una ragazza, una donna come Federica Pellegrini  che nella sua carriera ha regalato 54 medaglie a livello internazionale all’Italia (25 ori, 14 argenti e 15 bronzi), merita di essere criticata? A voi l’ardua sentenza…

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: