Blog

Foto Ricordo nel cammino della memoria

di Redazione

Pubblicato il

“Dire vorrei questo ricordo…ma

s’è così spento…quasi nulla resta:

lontano, ai primi anni d’adolescenza, posa.”

 – Konstantinos Kavafis – 

piscina-e-oia-49

Torniamo con l’appuntamento delle nostre mostre fotografiche. Dopo averci mostrato Genova attraverso gli occhi di chi la vive, ora Camilla ci porta in Gracia, a Santorini, città antica e piena di fascino con la sua mostra “Foto Ricordo“.

E in questa mostra Camilla si concentra non più sullo sguardo attraverso cui si vedono le cose, ma con lo sguardo della memoria, che cerca di trattenere i ricordi cercando di fissare, in qualche modo, non solo le immagini ma anche i suoni, i profumi, le sensazioni.

Ho sempre pensato che dimenticare sia uno spreco, il più grande degli sprechi, se non consideriamo la morte, s’intende. E forse per questa ragione avverto fin da piccola il bisogno incontenibile, quasi paranoico, di fissare in una qualche forma tangibile ciò che mi accade. Disegni, diari, registrazioni sulle ormai incanutite cassette a nastro e sì, anche fotografie. Perché la fotografia è il modo più immediato per congelare un istante, stendendovi sopra un velo di eternità. La beffarda natura dell’esistenza gli impone di scivolare via, pezzo dopo pezzo, eppure insistiamo nel voler sottrarre qualcosa alla morsa del tempo. Farlo più nostro di quanto non sia già stato.

Foto ricordo, quindi, che conservino per sempre momenti e sensazioni che vorremmo portare per sempre dentro di noi perché “la fotografia è memoria, è un frammento al quale concediamo di restare pur se non nella sua interezza. L’obiettivo cattura forme e colori, ma non è in grado di comprendere i suoni, gli odori, talvolta però non fallisce con le emozioni“.

Foto ricordo, e perciò personali, selezionate, perché ciò su cui lo sguardo di qualcuno può aver indugiato parecchio, quello di un altro può essere passato oltre con indifferenze. Foto ricordo, in una “galleria che non ha pretese di essere null’altro che una piccola fiaccola lungo il cammino della memoria“.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: