Blog

Ci rivedremo tra 25 anni: il ritorno di Sandman e Twin Peaks

di Luca Rasponi

Pubblicato il

Spesso la nostalgia fa brutti scherzi. Ma qualche volta può riservare sorprese clamorose: è il caso di Twin Peaks, che tornerà in tv nel 2016, 25 anni esatti dopo la sua conclusione nel 1991. Ad annunciarlo il 6 ottobre scorso un eloquente tweet con tanto di trailer e citazione a tema pubblicato in simultanea dai due creatori della serie, David Lynch e Mark Frost:


Confermato ufficialmente dal network Showtime nel giro di pochi giorni, il ritorno della serie è raccontato così da Mark Frost
in un’intervista a TvLine: «È stato più o meno tre anni fa: era estate e siamo andati a pranzo insieme [a David Lynch] in un locale che conoscevamo bene. Chiacchieravamo del più e del meno e pian piano ci sono venute in mente delle idee su Twin Peaks. All’improvviso, avevamo di nuovo voglia di visitare quel luogo. E da lì è partito tutto».

Semplice nostalgia quindi? Tutt’altro: dopo la reunion del cast per il lancio dell’edizione in blu ray della serie, che include l’attesissima versione integrale del film-prequel Fuoco cammina con me, anche questo ritorno si preannuncia ricco di contenuti. Non si tratterà infatti di un remake, ma di quella che può essere considerata a pieno titolo la terza stagione di Twin Peaks: le trame interrotte all’epoca per la chiusura delle serie da parte di Abc riprenderanno ai giorni nostri, con il ritorno di buona parte del cast originale.

A confermare la profezia di Laura Palmer nell’episodio finale della seconda stagione – «Ci rivedremo tra 25 anni» – ci aveva pensato nel frattempo anche Kyle MacLachlan, con un tweet contemporaneo a quelli di Lynch e Frost:

Non resta quindi che aspettare il 2016 per assistere al ritorno in grande stile dell’agente Dale Cooper. E non c’è da preoccuparsi per l’attesa: oltre alla possibilità di rivedere o scoprire le prime due stagioni di Twin Peaks (30 episodi andati in onda tra il 1990 e il 1991, più il film dell’anno seguente), i prossimi mesi offrono un altro straordinario ritorno in scena: quello di Sandman.

La coincidenza è quanto meno curiosa: anche la serie a fumetti scritta da Neil Gaiman, infatti, torna dopo 25 anni dall’uscita del primo numero (gennaio 1989). Annunciata lo scorso anno in questi stessi giorni, The Sandman: Overture traghetterà il Signore dei Sogni dal fumetto al cinema: l’uscita del film tratto dalla serie è già programmata per settembre 2016.

The Sandman: Overture #1Se per la terza stagione di Twin Peaks dovremo aspettare almeno un anno, l’arrivo in Italia di The Sandman: Overture è ormai questione di giorni: l’editore RW Lion ha scelto infatti di far coincidere l’uscita della serie con le giornate di Lucca Comics & Games, principale evento dedicato al fumetto nel nostro Paese in corso fino a domenica 2 novembre.

La serie, come suggerisce il titolo, racconterà l’origine del Signore dei Sogni e la sua storia prima delle vicende narrate nei 75 numeri usciti tra l’89 e il 1996. «Quando ho finito di scrivere Sandman, c’era una storia ancora non raccontata» spiega Neil Gaiman. «La storia di quello che era successo a Morpheus, del fatto che fosse tornato dopo così tanto tempo, esausto al di là di ogni immaginazione e pronto per una guerra. Era una storia che abbiamo discusso per il 20° anniversario di Sandman, ma con l’arrivo del 25° […] sta finalmente per essere raccontata».

Una presentazione che lascia ben sperare, perché a differenza di altri revival eccellenti di questi anni (da Star Wars a Watchmen), per Sandman come per Twin Peaks si registrano segnali incoraggianti almeno dal punto di vista della coerenza dei nuovi capitoli con gli illustri precedenti.

La presenza dei creatori originali è di per sé una potenziale garanzia di qualità: per la terza stagione di Twin Peaks si ricompone infatti il team creativo composto da Lynch, Frost e Gary Levine, numero due di Showtime e già rappresentante creativo della serie ai tempi della Abc. Allo stesso modo, Neil Gaiman è confermato nel ruolo di sceneggiatore unico di The Sandman: Overture, affiancato ai disegni dall’ottimo nuovo acquisto J.H.Williams III.

Twin Peaks 2016Altro dato positivo, la dimensione contenuta dei due prodotti abbinata alla continuità creativa: la nuova stagione di Twin Peaks conterà solo 9 episodi, tutti scritti da Frost e Lynch per la regia di quest’ultimo, mentre The Sandman: Overture sarà una miniserie di 6 albi, firmata per intero da Gaiman e Williams.

Una scelta che allontana il sospetto di un mero sfruttamento commerciale delle serie, come dimostra il fatto che in entrambi i casi le nuove stagioni vanno a riempire vuoti narrativi presenti in quelle originali, senza inventare nulla di completamente nuovo. Da questo punto di vista, proseguendo il confronto con Star Wars, le due iniziative sono paragonabili più alla Nuova Trilogia di George Lucas (1999-2005) che non alle pellicole affidate dalla Disney a J.J. Abrams.

L’attesa è frenetica, le aspettative altissime, il dibattito tra entusiasti e polemici è già entrato nel vivo. E mentre incombe la Notte delle Streghe (quale momento migliore per gustarsi queste due serie?), non resta che darci appuntamento tra qualche mese su Parlando con le nuvole per la recensione di The Sandman: Overture. E sperare, per leggere ancora di Twin Peaks sulle pagine di Discorsivo, nella buona volontà degli amici di SeriaMente

Diffondi lo spirito Millennial:

2 commenti per “Ci rivedremo tra 25 anni: il ritorno di Sandman e Twin Peaks

  • Fabio Pirola ha detto:

    Non sono un grande appassionato di Sandman, ma riguardo a Twin Peaks posso dire che un pochino da Lynch me l’aspettavo, in ogni caso è una grande notizia. E Kyle è in formissima

    • Luca Rasponi ha detto:

      Sandman te lo consiglio assolutamente se non lo hai letto, è la più “alta” tra le serie a fumetti che mi siano capitate per le mani.

      Quanto a Twin Peaks, mi aspetto grandi cose dal ritorno del trio Lynch-Frost-Mac Lachlan… 🙂

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: