Blog

Non ci indurre in tentazione… ma liberaci dal male!

di Sara Pasini

Pubblicato il

Gendarmi e canaglie, placatevi!

Fermatevi per un secondo solo e fatevi un cicchetto alla mensa del Signore!

Alziamo i calici e brindiamo all’eterna lotta fra giustizia e crimine: P-R-O-S-I-T.cin cin

Bene, ora che siamo tutti a pancia piena, possiamo ricominciare con il nostro solito tran-tran: i ladri scapperanno, i carabinieri li acciufferanno, i malviventi taceranno e i poliziotti li rilasceranno. Naturalmente se i furfanti sono stati arrestati in flagranza di reato a Bellariva, otterranno il divieto di residenza nella provincia di Rimini.

Oh, che paura! Proprio un bel deterrente!

“Ma non temete, voi tutti della popolazione, se notate qualcosa di sospetto, avvertite la polizia: noi verificheremo e faremo tutti gli accertamenti del caso!”

[Meno di due settimane dopo]

“Pronto polizia? Vorrei denunciare il comportamento sospetto di un’auto: è più di quindici giorni che passa centoquarantasei volte davanti a casa mia, si apposta, scruta fuori dal finestrino come se cercasse di controllare qualcosa. Inoltre ricevo telefonate a vuoto, a tutte le ore. Sospetto si tratti di ladri“.

“L’auto ha commesso qualche reato? Ha fatto qualcosa di male?”

“Non proprio…”

“E allora che ci chiama a fare? Non possiamo fare nulla!”

[Modalità scurrile attivata]

“Ma non temete, voi tutti della popolazione femminile, se un maniaco vi perseguita, avvertite la polizia: noi verificheremo e lo sbatteremo in progione!”

[Meno di due minuti dopo]

“Pronto polizia? Vorrei denunciare il mio collega d’ufficio. Mi chiama fino a novanta volte al giorno, mi aspetta davanti al portone e mi segue ovunque”.

“Sì, può, anzi deve denunciarlo. Ma non starà molto tempo in gattabuia, anzi, rischia proprio di non finirci! E quando sarà uscito, signorina…auguri!

 

Purtroppo, queste sono solo alcune delle orribili situazioni in cui (almeno in Romagna) i cittadini sono costretti a vivere: la gente ha sempre meno fiducia in primis nella giustizia e nei corpi di polizia e in secondo luogo nelle amministrazioni delle città, poiché queste ultime invece di pensare a rafforzare la sicurezza del proprio territorio, applicano assurdi piani di risparmio energetico, spegnendo (come accade, per esempio, nel comune di Santarcangelo di Romagna) apparentemente senza criterio tutti i lampioni stradali, lasciando nella più totale oscurità anche gli attraversamenti pedonali, le rotonde (anche quelle di grande portata) e i vicoli più pericolosi. L’idea di per sé sarebbe ottima, se fosse applicata con una certa logica, senza mettere potenzialmente a repentaglio la salute dei cittadini.

protestaQuello dell’illuminazione è un esempio stupido,  o quanto meno marginale, però tengo particolarmente a riportare anche il più piccolo dei disagi che ogni giorno siamo costretti a sopportare: dai ritardi di Trenitalia alla mancanza di coerenza e potere ai poliziotti e carabinieri, che sono davvero troppo pochi per riuscire a coprire anche i territori più periferici, rurali e isolati. Gli stessi spesso incoraggiano in queste zone all’impiego delle proprie forze, a farci giustizia da soli attraverso l’utilizzo di  ronde notturne o atti di violenza nei confronti dei trasgressori della legge che vanno a ledere i nostri diritti o a usurpare la nostra proprietà privata, rendendo di conseguenza noi stessi dei fuorilegge perseguibili penalmente. Quante volte abbiamo sentito parlare dell’imprenditore che, udendo dei rumori sospetti, impugna il fucile e fa fuoco sui malviventi, uccidendone o ferendone qualcuno, compromettendo la sua libertà e implicandolo in un processo senza fine? Magari alla fine di tutto questo  nostro “giustiziere solitario” è costretto pure a risarcire il ladro per danni morali e fisici.rapinatore3

E se non è assurdo tutto ciò che ho appena menzionato, non so davvero cosa possa esserlo per voi.

 

Ritengo che sia veramente il momento di ricominciare a difendere la propria dignità, oltre che le proprie famiglie, i propri beni…

…Ma questa volta senza nascondere il volto dietro un cappuccio e un revolver dentro una tasca.

 

black-block

Diffondi lo spirito Millennial:

Un commento per “Non ci indurre in tentazione… ma liberaci dal male!

  • Anonimo ha detto:

    Qua siamo messi sempre peggio ci stiamo riducendo che i malviventistanno liberi e gli onesti reclusi in casa… E i lampioni servono!!!!!

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: