Blog

Trees of paper – corrispondenza dal Brasile #3

di Cecilia Polizzi

Pubblicato il

Cecilia Polizzi è una giovane laureata in Scienze della Comunicazione all’università di Bologna. Da tre anni è membro del comitato direttivo dell’associazione di volontariato “Mateando for Children”, che si occupa della tutela, della formazione e del sostentamento ai minori che vivono situazioni di disagio nella provincia di Buenos Aires.
Da aprile di trova in Brasile, per svolgere un’attività di volontariato itinerante dal sud verso il nord del paese allo scopo di acquisire maggior consapevolezza delle problematiche che affettano il continente latinoamericano anche al di fuori dell’Argentina.
Durante la permanenza in Brasile, ci ha inviato e continua a spedirci corrispondenza.  
Pubblichiamo qui a cadenza regolare le pagine del suo diario.

Intervento precedente >> Trees of paper #2

14-04-2012

Il Sud America é un paese con le controindicazioni.
Arrivare a Rio de Janeiro ed essere giá in clandestinitá é un record singolare. Ho sempre pensato che la burocrazia fosse il male del mondo. A rinforzare questa mia convinzione contribuisce probabilmente il fatto che la mia mala sorte, ogni volta che mi trovo in un ufficio statale é sempre presente. Ad ogni modo a Uruguayana, ridente cittadina di frontiera, l’ufficio immigrazione ha ritenuto superfluo timbrare il mio passaporto con il permesso di soggiorno turistico regalandomi cosí un altro giro di telefonate e una visita guidata al consolato italiano.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: