Stefano Rasponi

Stefano Rasponi

Educatore sociale

Stefano Rasponi

Penso che ognuno abbia la sua strada da percorrere: vivere di sacrifici inseguendo i propri traguardi fa dimenticare che la felicità è da ricercare non tanto negli obiettivi ma in quello che si vive quotidianamente per raggiungerli. In questa società dai ritmi frenetici bisogna fermarsi e godere del momento, vivere la vita e non limitarsi a consumarla come spesso siamo indotti a fare. Negli ultimi anni mi sono reso conto che il benessere personale nasce anche dall'introspezione e dalla conoscenza di sé: un processo che non si conclude nell'età dello sviluppo ma prosegue per tutta la vita. A volte quando tutto va male la fuga sembra l'unica soluzione, invece è proprio quello il momento in cui si può crescere davvero imparando ad ascoltarsi: anche perché, come ci insegna il "vecchio" Freccia, «da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddy Merckx».

error: