Simone Benazzo

Simone Benazzo

Simone Benazzo

Sbocciato e maturato nella Valtellina disegnata dall'Adda, ho sempre trovato importante sentirmi vivo. E per farlo seguo le mie passioni: gozzovigliare, scrivere, fare domande e respirare ossigeno. Mi rallegra provare disagio in mezzo alla gente a proprio agio. Utilizzo la mia formazione umanistica per raccontare storielle di economia, mafia, politica, P2 e comunicazione. Mi piacciono i paradossi, gli stereotipi, le lingue e le straniere in generale. L' Italia mi emoziona, a volte mi domando come sarebbe se fosse in Europa. Fin dalle elementari, i miei parenti temono e si augurano che finisca in Parlamento. Nel tempo libero, frequento Scienze della Comunicazione a Bologna, gioco a calcio, ho 21 anni e gli occhi verdi.

Il giornalismo indipendente non trolla

Il giornalismo indipendente non trolla

di Simone Benazzo

Ieri è stata una giornata triste. Non solo per l’esito clamoroso della finale degli Europei. Ma, e l’argomento mi sta più a cuore, è stata una giornata triste per il giornalismo indipendente. Scrivo questo pezzo senza retorica, cercando di fissare pensieri utili alla riflessione, cercando di far cogliere le differenze, come cerchiamo di fare qui. Anticipo già da ora che… continua

error: