Silvia Bosio

Autorità politica: Buono e Cattivo Governo negli affreschi di Ambrogio Lorenzetti

Autorità politica: Buono e Cattivo Governo negli affreschi di Ambrogio Lorenzetti

di Silvia Bosio

Nel 1338-1339 Ambrogio Lorenzetti, noto pittore senese, realizza gli affreschi nella Sala dei Nove del Palazzo Pubblico di Siena, la cosiddetta Sala della Pace e della Guerra. Secondo gli storici dell’arte si tratta del più pregiato esempio di pittura profana del Trecento, ammirevole sia per i particolari artistici che per la complessità contenutistica. Gli affreschi furono commissionati al pittore dai… continua

Arte e performance nel Giappone del Dopoguerra: ecco a voi il Gruppo Gutai!

Arte e performance nel Giappone del Dopoguerra: ecco a voi il Gruppo Gutai!

di Silvia Bosio

Gutai è un gruppo di artisti giapponesi nato nella provincia di Osaka a metà degli Anni Cinquanta attorno alla figura di Jiro Yoshihara. Si tratta di un movimento di avanguardia che, pur nascendo in un momento particolarmente critico per il Paese del Sol Levante, si collega (o addirittura anticipa) alcune tendenze dell’arte contemporanea occidentale. In altre parole, Gutai ha stabilito… continua

Girlfriend in a coma: le elezioni salveranno l’Italia dal declino?

Girlfriend in a coma: le elezioni salveranno l’Italia dal declino?

di Silvia Bosio

«There were times when I could have murdered her (but you know, I would hate anything to happened to her). No, I don’t want to see her. Do you really think she’ll pull through?». Così cantavano The Smiths nel brano Girlfriend in a Coma all’interno dell’album Strangeways (1987). Proprio queste parole di odio-amore riflettono il contrastato sentimento di pessimista preoccupazione… continua

Memoria e oblio nell’opera di Christian Boltanski

Memoria e oblio nell’opera di Christian Boltanski

di Silvia Bosio

Christian Boltanski è un artista francese nato nel 1944 da padre ebreo di origine ucraina, motivo per cui si definisce figlio dell’Olocausto e nelle sue opere evoca spesso in maniera più o meno diretta l’orrore della guerra e dello sterminio. Alla fine degli Anni Sessanta inizia a sperimentare un linguaggio eterogeneo che si avvale di oggetti fortemente evocativi quali fotografie,… continua

Immagini e consumo: la nascita del manifesto pubblicitario

Immagini e consumo: la nascita del manifesto pubblicitario

di Silvia Bosio

Oggi, in quella che Walter Benjamin ha definito l’epoca della “riproducibilità tecnica” dell’opera d’arte, parlare di uso di immagini artistiche con finalità pubblicitarie sembra un’ovvietà. Tuttavia, può essere avvincente capire quale sia stata l’origine del multiforme e dinamico universo della grafica pubblicitaria. Gli albori del manifesto risalgono agli ultimi decenni del XIX secolo: Europa e Stati Uniti vivono un periodo… continua

Arte “viva”: arte contemporanea e rivitalizzazione di aree abbandonate

Arte “viva”: arte contemporanea e rivitalizzazione di aree abbandonate

di Silvia Bosio

Passeggiare tra il verde sulla Promenade Plantée di Parigi, assistere a una singolare sfilata-esposizione di tele di Emilio Vedova all’interno degli ex magazzini del Sale di Venezia, fermarsi a contemplare la vetrina di un ex negozio di cappelli dell’East London trasformato in provvisoria sede operativa di artisti, trascorrere una giornata tra natura e arte nel parco dell’Emscher, il fiume del… continua

error: