Samanta Costantini

Samanta Costantini

Studentessa

Samanta Costantini

Nata a Cesena nel 1991. Mi sono diplomata presso il liceo della Comunicazione e ora continuo questa strada a Bologna, a Scienze della Comunicazione. O delle “Merendine”, come molti la chiamano! Fin da bambina sentivo l’urgenza di scrivere ed è così che oggi mi ritrovo con mille diari accantonanti in un vecchio scatolone. E ogni volta che li rileggo, faccio la medesima faccia sbalordita che abbiamo tutti quando guardiamo vecchie foto. Chiedendoci: ”Oddio ma ero io quella?!”. Amo la mia città e il Cesena calcio, squadra che la rappresenta e che seguo da tanti anni. Così oggi scrivo articoli sulle partite. Fino all’anno scorso poi collaboravo con un giornale che avrei voluto far registrare presso il tribunale. Idea fallita. Ma da lì mi sono arricchita molto e ho capito quanto fosse diventato importante trasmettere agli altri i miei pensieri. Anche a persone che non conosco. Fortunatamente posso continuare a farlo grazie a Dissonanze. Essendo molto curiosa, amo un po’ tutta la cultura in generale. Amo inoltre fare chiacchierate profonde con le persone. E soprattutto amo leggere. Mi affascina sapere che c’è sempre qualcosa da imparare. I libri li considero amici fidati che sanno dirti la cosa giusta al momento giusto. Oppure semplicemente che ti fanno sorridere e distrarre un po’. Per questo amo scrivere. É eccitante per me sapere di poter essere un’ “amica” per coloro che leggono i miei scritti e che vi trovano conforto, o consapevolezza in più. E questo perché, anche se non sono del tutto sicura di cosa vorrò fare da grande, di una cosa sono certa e lo dico con le parole di San Bartolomeo. “Tutte le vite umane sono intrecciate in un modo così complesso e profondo (quelle dei morti, dei vivi, quelle delle generazioni future) che il destino di tutti e il destino di ciascuno, e la speranza dell’umanità è in ogni cuore e in ogni paio di mani”. Penserete: “Oh mamma come è spirituale questa!”. Ma se ci pensiamo meglio è proprio così. Non importa se quello che facciamo sia grande o piccolo. Basta che sia utile anche per una sola persona. Alla fine anche colui che ha inventato una sciocchezza come la carta igienica.. non è stato di aiuto per tutti noi!?

Siamo 150 specie diverse di rose

Siamo 150 specie diverse di rose

di Samanta Costantini

 Cosa significa essere donne oggi nel 2013? Sappiamo che sarebbe meglio guardare altrove delle soubrette televisive. Perché lo spettacolo, è spettacolo. Non è vita. Ma pura disumanizzazione di bellissime ragazze, per creare bambole pubblicitarie da copiare. Perché raramente ci viene mostrato cosa ci sia al di là di un bel corpo seminudo. Come se fosse quello a determinare il valore… continua

Ad un passo dalla vittoria

Ad un passo dalla vittoria

di Samanta Costantini

Sollevato ancora il dubbio di legittimità della legge 40, dal tribunale di Firenze. Forse ci siamo. Forse la vittoria si avvicina. Questa volta la battaglia è centrata sull’ultimo tassello di una legge che pone una grossa barriera alla felicità di molte donne, e famiglie, che desiderano un figlio. L’ultimo nodo da sciogliere è la fecondazione eterologa. Ma facciamo un passo… continua

Mancanza di fame e mancanza di amore

Mancanza di fame e mancanza di amore

di Samanta Costantini

 Questo mese parlerò di un problema che mi sta molto a cuore, perché colpisce nel 90% dei casi proprio noi donne. Si tratta del cattivo rapporto con il cibo. Cogliamo così l’occasione per parlare e discutere dei problemi alimentari, dato che il 15 marzo è stata la prima Giornata Nazionale del “Fiocchetto Lilla”, a Genova. Nella stessa giornata sono state… continua

Gli occhi di una donna

Gli occhi di una donna

di Samanta Costantini

Ciao a tutte ragazze! Buon anno nuovo. Questo è il terzo numero di Think Pink, e volevo ringraziare tutte le lettrici, e i lettori. L’ultima volta ci siamo lasciate con “La prima forma di coraggio per crescere”. Spero che abbiate passato un bel Natale, con amici e parenti. Oggi facciamo un passo di consapevolezza in più, e ci verrà in… continua

La prima forma di coraggio per crescere

La prima forma di coraggio per crescere

di Samanta Costantini

 Buon Natale donne! Eccoci al secondo appuntamento con Think Pink. Per fortuna il mondo non è finito. Siete belle comode davanti al pc? Io mentre vi scrivo, bevo una rilassante tisana “L’Angelica”, con la mia cagnolina Sissi. Fa un freddo fuori pazzesco. Ma veniamo a noi. Da questo mese inizieremo ad addentrarci nel tortuoso tunnel delle “Relazioni”. Troveremo uno spiraglio… continua

error: