Paul Khan

Paul Khan

Paul Khan

Paul, paulus, piccolo. Inglese, francese o tedesco non importa, sono le lingue con le quali l’Occidente ha conquistato e cerca di comunicare in tutto il mondo. È l’apostolo dei Gentili che ha trascorso tutta la vita in viaggio per portare un messaggio nuovo. Khan, leader, grande. Turco, mongolo, in Oriente è il titolo nobiliare di chi è chiamato a condurre la propria tribù in battaglia. I nuovi Gengis Khan stanno conquistando l’Occidente con la sua stessa arma: il capitalismo. Siamo piccoli e grandi allo stesso tempo. Siamo capaci di essere meschini, ma poi avere la forza di rialzarci e ricostruire. Desideriamo l’immensità e imporci sul prossimo, ma sappiamo godere delle piccole cose e finiamo per legarci a poche persone. Siamo l’Oriente e l’Occidente insieme. Siamo la parola e la forza. L’alba e il tramonto. Siamo tutte le contraddizioni degli esseri umani. Faccio altro per vivere, ma scrivo per piacere e necessità. Puoi scrivermi a pk@paulkhan.com

L’uomo perfetto – Intro + #1 Un giorno

L’uomo perfetto – Intro + #1 Un giorno

di Paul Khan

Intro Brainy is the new sexy? A giudicare dal successo dell’uomo perfetto con le donne, non lo direi. Quando ho saputo dalla redazione il titolo del numero speciale di Discorsivo, ho subito pensato a lui. Paradossalmente, un suo consiglio gli si è rivoltato contro. Durante una delle nostre periodiche – mai programmate – serate di chiacchiere, gli ho confidato che… continua

error: