Marco Ferri

Marco Ferri

Marco Ferri

Mi sono laureato in Scienze della Cultura, in Antropologia e Storia del Mondo Contemporaneo e ho svolto un anno di studi presso la Sorbona di Parigi, ma tutto ciò è assolutamente irrilevante e trascurabile. Conta invece il fatto di avere un'irrefrenabile voglia di mutamento e scoperta, che in questo caso specifico prende la forma della scrittura. Questa sperimentazione ancestrale, mette alla prova le mie capacità di analisi e forse la mia incerta volontà di conformarmi a uno stile espressivo socialmente consolidato. Contraddittorio e curioso, scrivere e fare arte significa per me scoprire degli angoli nascosti, mostrare la realtà di un'esistenza fatta di luce ed oblio. Ma c'è qualcosa che rimarrà sempre nel non-detto, qualcosa di celato soprattutto anche a noi stessi. E' così semplice descrivere persone o fatti quotidiani. A me piacerebbe invece parlare di ciò che non si riesce a dire, di ciò che resta senza forma. Forse è la parte più pura.

Mischiamo le carte: il progetto Cuntala

Mischiamo le carte: il progetto Cuntala

di Marco Ferri

Intervista a Barbara Imbergamo sul suo nuovo progetto contro gli stereotipi Già dai primi anni di vita, gli individui acquisiscono modi di sentire, interagire e osservare, oltre che regole di comportamento e ruoli specifici da interpretare, a seconda dell’appartenenza sessuale. Sappiamo tutti di essere individui unici, tuttavia tendiamo a vedere gli altri quali rappresentanti di gruppi e purtroppo questa capacità… continua

error: