Luigi Ercolani

Luigi Ercolani

Studente

Luigi Ercolani

«Senza accorgersene, si comincia a deformare i fatti per adattarli alle teorie, anziché viceversa». Ho voluto iniziare questa mia breve presentazione con un massima di Shelock Holmes principalmente per un motivo: essa è un monito, quando scritto. A me piace fornire fatti, che il lettore poi può contestualizzare come meglio crede. Mi piacerebbe che chi mi legge valutasse approfondito, non banale e imparziale il mio lavoro. Vorrebbe dire che ho svolto bene il mio compito.

Speak of Daredevil

Speak of Daredevil

di Luigi Ercolani

Uno dei modi di dire più famosi riguardanti il diavolo è che fa le pentole ma non i coperchi. Niente a che fare con abilità culinarie, chiaramente: si intende semplicemente che mediamente è più facile creare situazioni negative che porvi rimedio in un secondo momento. Ecco, forse il motivo per cui Matt Murdock è stato amato in modo così diffuso… continua

DiSportivo d’oro 2016: winner is…

DiSportivo d’oro 2016: winner is…

di Luigi Ercolani

Dopo il successo dell’anno passato, la sezione sportiva di Discorsivo ha voluto riunirsi nuovamente, arricchita nei redattori e dunque negli spunti, per assegnare il premio DiSportivo del 2016 per le imprese agonisitche ritenute più significative. Con un piazzamento in più, rispetto al premio 2015, e  non avrebbe potuto essere altrimenti, data la ricchezza di spunti che quest’anno solare ha saputo… continua

Italvolley olimpica a un passo dal cielo

Italvolley olimpica a un passo dal cielo

di Luigi Ercolani

I sogni muoiono all’alba, diceva qualcuno. Nel nostro caso, alle otto di sera, poco prima del telegiornale. Nel Brasile che festeggia l’oro più sentito insieme a quello del calcio. Fosse quello, che conta. Gli azzurri della pallavolo hanno innamorare tutta l’Italia, hanno costretto davanti al televisore tante persone che di norma si interessano di altro, piuttosto che di pallavolo, chissà,… continua

Settebello, olimpico e abbronzato

Settebello, olimpico e abbronzato

di Luigi Ercolani

Alla fine, bronzo. Fu vera gloria? Certo che lo fu, ci mancherebbe. Siamo ancora tra le prime quattro squadre del mondo nella manifestazione più importante, gli unici invitati al ballo slavo. L’ Ungheria tradizionalmente grande ne resta fuori, per dire, così come restano fuori Grecia e Spagna, che contro l’Italia faticano sempre. A occhio e croce, la pallanuoto parrebbe lo… continua

Ma Prandelli non piace più a nessuno?

Ma Prandelli non piace più a nessuno?

di Luigi Ercolani

“Vae victis!”. Guai ai vinti. Chissà se è una lezione che abbiamo mandato a memoria proprio quel giorno di millesettecento anni fa, allorché Brenno, condottiero dei Galli Senoni, saccheggiò Roma e con queste parole ne schernì gli abitanti. O forse lo sapevamo saputo noi per primi fin dall’alba dei tempi, e quel giorno, così come tanti altri nei secoli a… continua

La quinta edizione dell’“Amici di Angelo” – Non un torneo comune

La quinta edizione dell’“Amici di Angelo” – Non un torneo comune

di Luigi Ercolani

Esterno notte. Passi la chiesa e lì rimani. Faretti accesi, come nella migliore tradizione degli sport del dopolavoro. Sul sintetico del campo accanto alla parrocchia, due squadre a contendersi un pallone, una vittoria, una gioia. E non importa il colore di quelle maglie, blu o rosse, nere o bianche, verdi o gialle: nelle serate di aprile troverai sempre qualcuno a… continua

error: