Luca Rasponi

Luca Rasponi

Luca Rasponi

Parlare di sé in poche righe è difficile anche per chi nella vita fa il giornalista. Di me posso sicuramente dire che amo tutto ciò che riguarda la parola: dal giornalismo come racconto e analisi della realtà alle forme d'arte del tutto o parzialmente verbali (dalla letteratura al fumetto, dal teatro al cinema fino alla musica contemporanea). Spiegare sé stessi e ciò che ci circonda non è mai facile o banale: per questo scopo sono fondamentali le parole, che spesso non hanno l'immediatezza o la potenza di un'immagine o di un gesto, ma possiedono la precisione del bisturi, se usate con accortezza. E se l'uso della parola può essere considerato una sfida, «la mia ambizione è dire in dieci frasi quello che chiunque altro dice in un libro, quello che chiunque altro non dice in un libro» (Friedrich Nietzsche).

The end of the fucking world: dal fumetto alla serie

The end of the fucking world: dal fumetto alla serie

di Luca Rasponi

La serie tv The end of the fucking world e il graphic novel da cui è tratta non potrebbero essere più diversi. Lo ha scritto il nostro Simone Galli nella sua recensione del fumetto, ed è praticamente impossibile non dargli ragione. Perché al di là dell’ossatura narrativa comune, la scelta di Jonathan Entwistle – creatore della serie per Channel 4… continua

Watchmen: dal fumetto alla serie

Watchmen: dal fumetto alla serie

di Luca Rasponi

C’era una volta Watchmen, il capolavoro a fumetti di Alan Moore e Dave Gibbons, che per trent’anni nessuno è riuscito a trasformare in un film, nonostante diversi tentativi. Poi è arrivato Zack Snyder, con il suo adattamento del 2009, discusso e discutibile per alcune libertà di troppo rispetto alla trama originale, compresa quella decisamente macroscopica sul finale, oltre che per… continua

error: