Gabriele Catani

Gabriele Catani

Studente

Gabriele Catani

Quando sono nato era il novembre del 1988 e c’era tanta nebbia. Nato a Forlì, città d’origine di mio padre. Nato nella foschia alle 5 del mattino. Unico neonato nato biondo: “il biondo” fu il mio soprannome datomi dalle infermiere. Mi trasferii ben presto a Santarcangelo, paese d’origine di mia mamma. Lì conobbi il mondo e mi si scurirono i capelli. Trascorsi un’infanzia serena, nessun problema, la mia vita scandita da una cantilena. Giocavo a calcio tutti i pomeriggi ed io e i miei amici usavamo il garage come porta. Tiravamo forte, alzando la gamba, come facevano in Holly e Benji. A forza di botte la lamiera si è incurvata. Al che mio nonno…..ma questa è un’altra storia.

La cultura delle armi negli Stati Uniti

La cultura delle armi negli Stati Uniti

di Gabriele Catani

Il rapporto degli statunitensi con le armi comincia a partire da una data simbolica, il 6 settembre 1620, quando un ristretto gruppo di 102 padri pellegrini inglesi e olandesi sbarcarono sul suolo americano, dando inizio, di fatto, all’esodo di massa verso il Nuovo Mondo da parte di tutti i Paesi nordeuropei (a partire dalla fine dell’ ‘800 anche italiani). Come… continua

Pirateria contemporanea: la biopirateria

Pirateria contemporanea: la biopirateria

di Gabriele Catani

Come ha recentemente dimostrato il processo che ha visto coinvolte Samsung e Apple, si fa sempre più spinoso il problema della linea di demarcazione fra ciò che è proprietà intellettuale – dunque brevettato o brevettabile – e ciò che non lo è. Un problema che riguarda non solo noi occidentali, ma anche alcune popolazioni che non sanno nemmeno cosa sia… continua

Il turismo culturale: tra i nuovi motori d’Europa

Il turismo culturale: tra i nuovi motori d’Europa

di Gabriele Catani

Un articolo molto intelligente comparso tempo fa sul Il Sole 24 Ore affermava che il turismo culturale è nato in Italia. C’è stato un tempo in cui visitare il nostro Paese conferiva prestigio alla persona che compieva tale viaggio e alla famiglia, ovviamente nobile, cui apparteneva. Il grand tour poteva protrarsi per molti anni (nella Vita Alfieri scrisse che i… continua

Tennis e banane: un rito sensato?

Tennis e banane: un rito sensato?

di Gabriele Catani

 Molto spesso i giocatori di tennis mangiano  banane durante la pausa tra un game o un set e l’altro. Perché? Il primo a farlo fu Michael Chang, durante il leggendario match che disputò contro il numero 1 del mondo Ivan Lendl al Roland Garros del 1989. La partita si protrasse fino al quinto set, quando Chang fu assalito dai crampi e cominciò… continua

Dio è morto tra gli operai di Brecht e quelli odierni

Dio è morto tra gli operai di Brecht e quelli odierni

di Gabriele Catani

 Un tuffo nel passato che ci ricorda il nostro presente.  Questo è ciò che Ronconi ha fatto presentando dal 28 febbraio al 5 aprile al Teatro Grassi la sua versione di “Santa Giovanna dei macelli” di Bertolt Brecht. In coproduzione con il Maly Theatre di Mosca e realizzato con la collaborazione del Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano, lo spettacolo… continua

La difficile nascita delle lingue romanze

La difficile nascita delle lingue romanze

di Gabriele Catani

Il lungo lavoro iniziato nel 1957 con la nascita della CEE ha portato alla nascita dell’Unione Europea. Ma come si sono evolute le lingue europee, quelle che utilizziamo per comunicare tra noi all’interno dell’Unione, in particolare le lingue romanze? Fin dall’epoca repubblicana e verosimilmente assai prima, il latino parlato (di cui ad oggi non è rimasta praticamente traccia) differiva da… continua

error: