Francesco Galassi

Francesco Galassi

Studente

Francesco Galassi

Nato a Cesena, classe 1988. Da piccolo ero un bambino che mangiava tanto, pacioccoso e sognatore, che sognava di fare l’ingegnere, l’archeologo e l’architetto. Per ironia della sorte se mettete tutto insieme ne ricaverete un…ingegnere edile! Che è poi la strada che ho scelto di intraprendere a tutt’oggi. Sono appassionato di musica e di arte in tutte le sue forme, dalla pittura alla scultura, dal disegno alla filosofia. Mi posso ritenere un ragazzo molto fortunato. Sono stato circondato sempre da persone fantastiche, senza le quali oggi non sarei quello che sono. Ho frequentato il Liceo Artistico, scelta che rifarei ogni volta se potessi rinascere continuamente. Ho conosciuto professori che sono stati per me quasi come dei fratelli maggiori, con i quali ho potuto sfoggiare tutta la mia creatività. Ora la mia vena artistica , dalla pittura al disegno, (che presto riprenderò) si è indirizzata principalmente nella musica, dove, in varie band sono cantante, chitarrista e compositore. Ritengo che ognuno di noi abbia in se un potenziale spirito artistico sopito. Ritengo che in ogni cosa ci sia un’anima, che può e dev’essere colta in tutta la sua bellezza. L’arte è la medicina dello spirito, permette di conoscere se stessi , ci stupisce, ci fa superare i nostri limiti, ci consola, ci fa capire quanto è bello il mondo che ci circonda, e quanto varie e belle possono essere le persone, ci avvicina a Dio. E’ una delle armi più potenti che abbiamo per poterci realizzare pienamente, anche se spesso questo immenso arsenale viene sprecato o ignorato. Gestisco una rubrica per dissonanze dedicata principalmente a chitarristi e a chi vuole avvicinarsi allo strumento. Commentate e scrivete, perché è da questo confronto che cresceremo entrambi.

Richie Kotzen: un artista eclettico

Richie Kotzen: un artista eclettico

di Francesco Galassi

Richie Kotzen è senza dubbio uno dei chitarristi moderni più completi e versatili. Nel suo stile musicale, la tecnica ed il sentimento si uniscono creando atmosfere davvero particolari e personali. Richie viene dalla scuola shred ed heavy metal tipica degli anni ’80; ha esordito nel 1989 con un disco strumentale prodotto da Jason Becker per la Shrapnel Records e già… continua

Duane Allman: gli albori del “Rock del Sud”

Duane Allman: gli albori del “Rock del Sud”

di Francesco Galassi

Alla fine di quest’anno vi propongo un articolo alquanto “nostalgico”. Qui di seguito recensirò un artista che, seppur nella sua bevissima carriera, aprì la strada al suono del “Southern rock” con quel suo particolare stile di chitarra slide, che tanto risente dell’influenza blues: stiamo parlando di Duane Allman, sei corde solista e fondatore della Allman Brothers Band. Nella sua breve… continua

Dan Auerbach: fra Bluegrass e Psichedelia

Dan Auerbach: fra Bluegrass e Psichedelia

di Francesco Galassi

Ben ritrovati cari lettori. Oggi nelle pagine di Discorsivo, parliamo di Dan Auerbach, ovvero il chitarrista, cantante ed autore (nonché fondatore) dei Black Keys. Con quest’ultima band ha raggiunto i quattro milioni di copie vendute, sette Grammy e 14 anni di onorata carriera: nel 2001 con Patrick Carney (batterista) fonda la band, incidendo 8 album studio ed uno live. Contemporaneamente… continua

Chitarristi Italiani: le sei corde del Bel Paese

Chitarristi Italiani: le sei corde del Bel Paese

di Francesco Galassi

Bentornati cari lettori. Nel numero di questo mese ho deciso di non parlare di musicisti della scena internazionale, bensì di tutto ciò che può offrire la nostra nazione a livello di chitarristi, in senso generale. Secondo il mio punto di vista, chi dice che “l’Italia non è un paese di musicisti, ma di cantautori ” non ha forse un quadro… continua

David Gilmour: i suoni dallo spazio

David Gilmour: i suoni dallo spazio

di Francesco Galassi

David Gilmour. Basta questo nome per descrivere uno dei più grandi e innovativi chitarristi del nostro tempo e uno dei membri storici dei Pink Floyd. Quest’ultima band è stato un vero e proprio fenomeno tra la fine degli anni 60 e la metà dei 90 che rimarrà impresso nella storia della musica: le idee innovative, il talento ed il sound… continua

error: