Francesca Malaspina

Francesca Malaspina

Editor

Francesca Malaspina

Nata nel 1988 e cresciuta a Bologna, dove tutt’ora studio Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale. Ogni volta che mi si chiede di fare una presentazione il foglio bianco non mi suggerisce niente di buono e finisco solo per fare una gran confusione. In ogni caso… sono una ragazza complicata, disordinata, ottimista, testarda, determinata e impulsiva. Adoro l’arte in generale e mi cibo instancabilmente di musica e libri. Odio le storie melense, non sono in grado di fare gossip, ho la grazia di un lottatore di sumo ubriaco, amo le storie di antiche battaglie e la mitologia, chiacchierare con gli amici fino all’alba, le passeggiate in campagna, i tuffi in mare, i viaggi. Perché vi dico tutte queste cose invece che dirvi cosa faccio? Perché sono quello che sono, non quello che faccio.

Lavoro version 2.0

Lavoro version 2.0

di Francesca Malaspina

Negli ultimi anni, si sa, cercare lavoro è diventata un’impresa da titani. Centinaia di curriculum inviati, svariati colloqui finiti con un “le faremo sapere” demolitore, tempi di attesa infiniti e, spesso, si finisce per accettare contratti capestro o per “accontentarsi” di lavori che non ci soddisfano minimamente. Trovare lavoro risulta anche più gravoso se ci si limita ai soli canali… continua

L’Europa Creativa

L’Europa Creativa

di Francesca Malaspina

Le sfide che l’Unione Europea si trova a dover affrontare in questi anni di crisi, che ne hanno messo in evidenza le carenze strutturali economiche e non solo, sono innumerevoli e senza precedenti. In particolare, dal punto di vista sociale ed economico è risultato chiaro che i vecchi fattori di sviluppo non sono più indicativi della crescita delle nostre città…. continua

Maleducazione Catodica

Maleducazione Catodica

di Francesca Malaspina

Il rapporto tra la televisione e il suo pubblico è uno degli argomenti da sempre discusso nel campo della massmediologia. Dalla teoria dell’ago ipodermico a quella degli usi e gratificazioni le opinioni di studiosi e osservatori dei fenomeni televisivi in rapporto alla società sono cambiate più e più volte, oscillando da un estremo pessimismo a un utopico ottimismo. Restringendo il… continua

error: