Enrico Cantarelli

Enrico Cantarelli

Enrico Cantarelli

Leggere, viaggiare, discutere, immaginare: le mie passioni. Un kindle, i dischi dei Nine Inch Nails, una bottiglia di Highland Park: le cose da portare su un'isola deserta. I film, i concerti, una schiacciata di Kobe, il sorriso di mia figlia: ciò che mi commuove di più. Pochi dati per descrivere un minimo della mia personalità, che da buon Pesci è caratterizzata da molteplici opposti. Mi affascina la frase di Robert E. Howard relativa al suo Conan "capace di abissali malinconie e di incontenibili esplosioni di allegria" e con deferenza la prendo a prestito per dare un assaggio di me stesso. Leggo fumetti dai 6 anni, partendo da Bonelli e manga fino ad americani e graphic novel. Moore, Gaiman, Ennis, Roca, Lemire dovrebbero trovar posto in ogni biblioteca. Tolkien, Lovecraft, Dostoevskij, McCarthy dovrebbero avere un culto a loro dedicato.

Le figlie di Salem: il potere dell’odio e dell’ignoranza ancora oggi attuale

Le figlie di Salem: il potere dell’odio e dell’ignoranza ancora oggi attuale

di Enrico Cantarelli

Nel maggio di 327 anni fa, in un piccolo centro del New England la scena era pronta perché si consumasse una delle più grandi tragedie della storia. Nel villaggio di Salem, in Massachussetts, stava per cominciare il famigerato processo alle streghe famoso per l’alto numero di condanne. Un fumetto di Diabolo Edizioni pubblicato il 22 aprile scorso, ci racconta una… continua

La Resistenza disegnata – L’inverno di Diego, la tragica scelta di una generazione

La Resistenza disegnata – L’inverno di Diego, la tragica scelta di una generazione

di Enrico Cantarelli

Discorsivo continua a percorrere la strada della Resistenza rappresentata dai fumetti con un’opera uscita nel novembre 2013 per The Box, casa editrice branca del gruppo Fandango, che, ahimè, ha cessato di esistere dopo un solo anno. L’opera che propongo è il pregevole L’inverno di Diego, di Roberto Baldazzini. Mi ha sempre affascinato il tratto distinto di Baldazzini, le sue linee marcate… continua

Quello che voleva essere, un racconto di silenzi, scoperte e identità

Quello che voleva essere, un racconto di silenzi, scoperte e identità

di Enrico Cantarelli

Scegliere di recensire Quello che voleva essere non è stato semplice. Così come la scelta di Tunué di pubblicare questo graphic novel è stata coraggiosa. Il fumetto che ho avuto il piacere di leggere è un’opera complessa, che richiede tempo per essere metabolizzata e obbliga a pause riflessive per nulla scontate. Carol Swain è un’autrice gallese attiva nel campo dei… continua

GDR e fumetto – Rise of the Dungeon Master. Gary Gygax e la creazione di D&D

GDR e fumetto – Rise of the Dungeon Master. Gary Gygax e la creazione di D&D

di Enrico Cantarelli

Sono due mondi che raccolgono migliaia di appassionati. Due settori di una cultura che ormai non è più relegata alla “nicchia”. Nonostante GDR (gioco di ruolo) e fumetto siano amati dai cosiddetti “nerd”, il mercato degli ultimi tempi sta lanciando entrambi i settori coinvolgendo il grande pubblico. Discorsivo dedica tre articoli alla fruttuosa interazione tra GDR e fumetto e Rise of… continua

Il fumetto di Andrea de Lo Stato Sociale, specchio di realtà in frantumi

Il fumetto di Andrea de Lo Stato Sociale, specchio di realtà in frantumi

di Enrico Cantarelli

“La realtà è a un metro di distanza”. È l’emblematica frase che spicca in quarta di copertina del fumetto di Andrea de Lo Stato Sociale. Parole che riflettono bene l’animo di questa storia, col suo protagonista perso tra immobilismo e voglia di cambiamento. Una vicenda che si svolge in una Bologna più opprimente che Dotta o Grassa. Lo Stato Sociale, band… continua

Quella fetta di serie tv dipendente dal fumetto: non solo supereroi

Quella fetta di serie tv dipendente dal fumetto: non solo supereroi

di Enrico Cantarelli

Non siamo ancora stufi, dopo il Lucca Comics and Games, di nuove uscite di fumetti e serie tv. Trovare queste ultime due parole accostate nella stessa frase è al giorno d’oggi sempre più comune. Il binario che lega i due mondi ha però essenzialmente una sola direzione, quella che dai fumetti va alle produzioni televisive. La parte di serie tv dipendente… continua

error: