Eleonora Cecchini

IN ALTO A SINISTRA di Erri De Luca

IN ALTO A SINISTRA di Erri De Luca

di Eleonora Cecchini

Una storia di storie. In alto a sinistra è una raccolta di dodici brevi racconti legati tra loro. Le storie di questo libro stanno nel perimetro di quattro cantoni: un’età giovane e stretta, di preludio al fuoco; una città flegrea e meridionale; la materia di qualche libro sacro; gli anni di madrevita operaia di uno che nacque in borghesia. […]… continua

QUASI ARZILLI di Simona Morani

QUASI ARZILLI di Simona Morani

di Eleonora Cecchini

Un gruppo di amici ultraottantenni cerca di sopravvivere in un tempo e in una società che non li valorizza ma che vuole rinchiuderli in una casa di riposo per creare meno problemi ai figli che hanno come unico desiderio quello di pensare alla propria famiglia. Ma ciò di cui hanno bisogno è di sentirsi ancora utili, come lo sono stati per i figli per tutta la loro vita.

NEL MARE CI SONO I COCCODRILLI di Fabio Geda

NEL MARE CI SONO I COCCODRILLI di Fabio Geda

di Eleonora Cecchini

Viaggiare. Quanto è intensa la forza evocativa di questo verbo. Viaggiare lontano. Per lavoro, per studio. Viaggiare per conoscere, per mettersi in gioco. Magari per fare fortuna o per trovare l’amore. Viaggiare perché nel tuo Paese sei perseguitato, per la sola colpa di essere nato.   La vita all’improvviso. Enaiatollah Akbari è un bambino come gli altri. Ha undici anni quando la madre, per proteggerlo… continua

M come Méliès: prima nazionale a Genova

M come Méliès: prima nazionale a Genova

di Eleonora Cecchini

Dal 15 al 18 febbraio è stato rappresentato presso il Teatro Modena di Genova lo spettacolo M come Méliès della compagnia Comedie de Caen. Spettacolo teatrale francese, diretto dai registi Élise Vigier e Marcial Di Fonzo Bo, è stata l’unica tappa italiana di una tournée che arriverà a Parigi, Marsiglia, Tour e Reims.   Sembra incredibile che una delle prime applicazioni… continua

L’ELEGANZA DEL RICCIO di Muriel Barbery

L’ELEGANZA DEL RICCIO di Muriel Barbery

di Eleonora Cecchini

Vivere la quotidianità C’era una volta… — Un re! — diranno subito i miei piccoli lettori. — No, ragazzi, avete sbagliato. Ma non c’era neanche un pezzo di legno. C’era solo una portinaia. Avete presente quelle portinaie sui cinquant’anni, vedove, basse, brutte, grassottelle, con i calli ai piedi e, in alcune mattine autolesionistiche, con l’alito di un mammut? Che vivono… continua

error: