G. Camilla Severino

G. Camilla Severino

G. Camilla Severino

Tutti i grandi sono stati bambini una volta (ma pochi di loro se ne ricordano).- Antoine De Saint-Exupéry Tutti siamo stati bambini. Io che scrivo, tu che leggi, voi che in questa o in un’altra parte del mondo costruite attimi di vita. Non so quanti però, tra i “tutti”, si ricordino di esserlo stati e vedete, non parlo del senso di malinconia che vi coglie quando, in uno scatolone polveroso, ritrovate uno dei vecchi giocattoli, e non penso neppure a quando vi scende una lacrima alla vista di una fotografia che vi ritrae con il sorriso un po’ più largo (e magari i fianchi un po’ più stretti). No, non parlo di questo perché ricordarsi di essere stati bambini non può ridursi a un’istantanea, a un fugace salto all’indietro che scompare non appena l’orsacchiotto spelacchiato torna nella sua scatola, o la fotografia viene chiusa di nuovo dentro all’album di famiglia. Ricordarsi davvero di essere stati bambini è cosa rara. Per me ricordare davvero di essere stata bambina, oltre a tutto questo, è stendere sul tavolo un foglio di carta e scrivere. Solo allora la bambina e l’adulta cessano di rimproverarsi a vicenda e, con buona pace di entrambe, si prendono per mano. E quindi non me ne vogliate se di tanto in tanto leggerete il mio nome tra queste pagine, devo pur farle andar d’accordo, no?

Web is the new black

Web is the new black

di G. Camilla Severino

Il mondo del lavoro ridisegnato da internet e dalle nuove tecnologie Dal buongiorno di facebook, al tramonto su instagram, dal meteo online alle risposte gentilmente offerte da google con un semplice click (altro che alzarsi dalla sedia, recuperare qualche libro polveroso sepolto chissà dove e perdersi in indici lunghi quanto incomprensibili) la nostra vita sembra ormai mutila senza il magico… continua

London Bridge is… still alive

London Bridge is… still alive

di G. Camilla Severino

“ Operazione London Bridge ” strillavano i giornali del Regno Unito e del mondo intero fino a poche settimane fa, dipingendo con minuzia di particolari l’Inghilterra post Elisabetta. E con la conferenza speciale richiesta dalla Regina il pensiero torna lì. Che la quasi novantunenne regina sia ancora in ottima salute poco importa. Tutto è pronto, ognuno attende di impersonare il proprio ruolo… continua

Olimpiadi: da Olimpia a Rio in 2792 anni

Olimpiadi: da Olimpia a Rio in 2792 anni

di G. Camilla Severino

Le Olimpiadi sono una metafora meravigliosa della cooperazione mondiale: è il tipo di competizione internazionale che è sana e in buona salute; un gioco tra i paesi che rappresenta il meglio di ognuno di noi.- John Williams In un tripudio di colori e voci, Rio accoglie oggi la cerimonia di apertura della XXXI Olimpiade, guadagnandosi un posto nella storia, come… continua

Sorry for the world

Sorry for the world

di G. Camilla Severino

Non sono solita intasare i social network con polemiche e riflessioni che vadano al di là del faceto, non per disinteresse o per un malcelato snobismo, quanto per un rispetto delle altrui sofferenze che mi impone il silenzio.  Che sia giusto o meno, ho sempre preferito conservare per me sola pensieri che facilmente si dimostrerebbero fallaci e perfino pretenziosi, dal… continua

Balla mia Esmeralda

Balla mia Esmeralda

di G. Camilla Severino

“É una storia che ha per luogo, Parigi nell’anno del Signore 1482” e che oggi, pur se nella frenesia di computer e metropolitane, non ne vuole sapere di godere le gioie di una più che meritata pensione. Da quando, nel 1831, Notre Dame de Paris viene dato alle stampe, consegnando Victor Hugo all’olimpo della letteratura, la sua fortuna non ha… continua

error: