Andrea Ion Scotta

Andrea Ion Scotta

Andrea Ion Scotta

Ho avuto la fortuna di crescere leggendo e ancora adesso la mia crescita è accompagnata dai mondi contenuti nei libri. La lettura mi ha insegnato che in un giorno, uno qualunque, una storia può prendere forma, una qualunque. Basta, a mio avviso, avere le lenti giuste per coglierla ed è per questo che ora una penna e un foglio di carta sono i miei più cari compagni di viaggio.

Le venti giornate di Torino. Inchiesta di fine secolo. di Giorgio De Maria

Le venti giornate di Torino. Inchiesta di fine secolo. di Giorgio De Maria

di Andrea Ion Scotta

L’apatia contemporanea annichilisce le menti, la fretta guida i passi delle persone e lo scorrere del tempo diventa incolore. Il mondo però rimane lì, fermo ad aspettare uno sguardo che, se posato per un momento, può ricevere in dono la realtà. È tuttavia l’uomo a scegliere se indossare le lenti giuste per carpirne sia la magnificenza che l’oblio. Ancor più… continua

Onnipotenza

Onnipotenza

di Andrea Ion Scotta

<<È una chiamata sicura?>> una risata esplose dal microfono dello smartphone in risposta alla domanda bisbigliata da Levante. Una melodia ripetitiva era soffocata dai vetri dell’auto di Reaper, Edoardo ne seguiva il tempo ipnotizzato, ma il suo sguardo era fisso sul Blue Moon. <<Non sono un paranoico del cazzo… tu sei riuscito a scoprire qualcosa in più su questo Reaper?>>… continua

L’eredità di Pintcrow di Simone Rubino

L’eredità di Pintcrow di Simone Rubino

di Andrea Ion Scotta

I passi compiuti nelle pagine della storia sono l’eredità che ha consapevolizzato il nostro percorso nel mondo. Le impronte lasciate in una nuova terra o nello spazio, sono un retaggio che guidano le nostre scelte ed esse suggeriranno ad altri le loro. Nessuno, neanche i più saggi possono prevedere ogni esito, ma nel nostro passato Donne e Uomini hanno sacrificato… continua

Io?

Io?

di Andrea Ion Scotta

La musica cessò lasciando che l’attesa riempisse l’auto. <<E ora?>> domandarono dai sedili posteriori. Facendo scattare il sedile, il guidatore si spinse indietro. <<Levante, era necessario portare questo qui?>> la risposta fu data dall’accendino e dal fumo danzante della Lucky Strike. Il guidatore sorrise, un silenzio che valeva più di mille parole. L’orologio da polso di Levante scattava inesorabile e… continua

I cinque studenti di Matteo Della Valle

I cinque studenti di Matteo Della Valle

di Andrea Ion Scotta

Guardare dentro di sè ed avere la forza di credere che non si è fatti di  circostanze, è la direzione giusta per concretizzare un sogno, anche se sfuggente o corona di una titanica montagna. Dominare gli impulsi di resa davanti agli ostacoli che separano l’uomo dal proprio obiettivo, resistere dal liberare le spalle dalla fatica fatta e tornare indietro, rendono… continua

Zona d’ombra

Zona d’ombra

di Andrea Ion Scotta

<<Siamo arrivati signore.>> Il taxi arrestò la sua marcia, valicando con la ruota la fine dell’asfalto. <<Sarebbero 25 euri.>> Porgendo i soldi, Levante aprì la portiera. <<Tenga il resto. >> disse sistemandosi la cravatta. <<Signore!>> gridò il taxista. Levante si portò alla bocca una sigaretta. <<Ho detto che può tenere il resto!>> rispose scocciato. <<Grazie capo, ma la sua maschera… continua

error: