Ambra Oberti

Ambra Oberti

Ambra Oberti

Scrivo da quando sono piccola e leggo da sempre -tonnellate di libri-, innaffiando il tutto con caraffe di tè come altri ingollano il caffè la mattina. Quando comincio a leggere un libro, o scopro qualcosa di nuovo, non so più fermarmi, la curiosità diventa padrona e la fantasia fa il resto: devo raggiungere il cuore di una storia, la sua scintilla vitale. Ma questo vale anche per la Vita. Al liceo la parte più interessante erano le ore di italiano, di storia e i concorsi letterari; le materie scientifiche in compenso erano una pena: trovandomi in uno scientifico, giunsi alla conclusione che forse la carriera in odontoiatria non era proprio quella che mi si addiceva di più. Anni dopo, e una coinquilina proprio in quella facoltà che si divertiva a farmi orripilare mostrandomi le immagini dei suoi libri di testo, ho avuto conferma della mia ottima scelta. L'università l'ho trascorsa a spulciare fra codici miniati, buffi scrittori tardo medievali, restauro e nuove amicizie sbocciate parlando di libri fantasy. La passione per il mondo letterario mi è rimasta aggrappata addosso anche per il biennio magistrale, dove ho stressato tutti i professori con la mia passione per l'editoria e l'archivistica -tanto che la mia tesi è stata un incastro magico e faticosissimo fra le due cose-. Ad oggi mi barcameno fra i libri e i fumetti disseminati nella mia stanza e la quotidianità, che fra le altre cose, è fatta di musica (tanta, tantissima, dalla classica al metal), infinite tazze di tè, scherma storica, cucito e amicizie, poche ma di ottimo gusto.

Nàccheras, di Ilenia Zedda – Fra mare e terra di Sardegna

Nàccheras, di Ilenia Zedda – Fra mare e terra di Sardegna

di Ambra Oberti

Caterina e Francesco sono i protagonisti di una storia d’amore profondo, di crescita e di passaggio verso l’età adulta. La prima ha il suo destino nel profondo del mare e nella brillantezza del bisso filato; il secondo appartiene alla terra e al popolo dei minatori: due anime apparentemente lontane che il fato intreccia in un incastro perfetto.
Allo stesso tempo l’autrice affronta, con parole semplici e di grande forza, il tema dell’abbandono e del senso di perdita che solo la mancanza di un genitore può dare.
Nàccheras è un romanzo profondo come il mare e raro come il bisso, che parla di come ci sia un posto per tutti in questo mondo, e come, solo con coraggio e decisione, si possa trovarlo.

Qiu Xiaolong – La misteriosa morte della compagna Guan

Qiu Xiaolong – La misteriosa morte della compagna Guan

di Ambra Oberti

Per essermi imbattuta nell’esordio letterario di Qiu Xiaolong La misteriosa morte della compagna Guan devo aver salvato il mio Paese in una qualche vita passata. Fortunata un po’ come il suo protagonista. L’ispettore capo Chen si era imbattuto nella Buona Sorte, o in una qualsiasi divinità della mitologia cinese che gli aveva portato fortuna. 11 maggio 1990, ore 16:40. Il… continua

Il caso Jane Eyre di Jasper Fforde

Il caso Jane Eyre di Jasper Fforde

di Ambra Oberti

“Ci sono cose più importanti delle leggi e dei regolamenti. Le mode e i governi vanno e vengono, ma Jane Eyre è per sempre. Darei qualunque cosa pur di portare in salvo quel romanzo” Sarà capitato anche a voi, almeno una volta nella vita, di leggere un libro e desiderare di poterne incontrare i protagonisti, parlarci e magari anche vivere… continua

Solo bagaglio a mano per Gabriele Romagnoli

Solo bagaglio a mano per Gabriele Romagnoli

di Ambra Oberti

Nell’ultimo viaggio fatto portare con le un libro dal nome “Solo bagaglio a mano”  di Gabriele Romagnoli (Ed. Feltrinelli) mi faceva simpatia, dopotutto sarei partita in aereo con effettivamente solo un bagaglio a mano. Quindi ho comprato questo libro un po’ sulla fiducia. E mi sono stupita. Lo scrittore annuncia di essere stato al suo funerale, e lì è una… continua

error: