Alessandro Palamara

Alessandro Palamara

Alessandro Palamara

Quello che da piccolo pensavo di fare forse ha poco a che vedere con quello che spero di fare in futuro. Forse sono stato uno dei pochi bambini che ha sognato di fare solo una cosa da grande, l'archeologo. Non esisteva un motivo, forse pensavo che era il piacere dello scoprire qualcosa scavando e usando un semplice pennello che mi dava motivo di credere che quello sarebbe stato il lavoro che mi sarebbe piaciuto di fare. Ma il tempo passa, le ispirazioni e i sogni nel cassetto anche. Così mi fu importata dal primo dei miei due fratelli, come nella maggior parte dei ragazzi italiani, una mentalità sportiva (anzi più calcistica) nell'età adolescenziale e da quel giorno una delle mie più grandi passioni è stato seguire il calcio. Allora eccomi qui, vengo dalla Calabria e un giorno di due anni fa decisi di intraprendere la strada che mi portava verso Bologna. Decisi di intraprendere gli studi per la laurea in Scienze della comunicazione. Tante ambizioni, tanti sogni. Uno di questi è quello di diventare un giorno giornalista sportivo, entrare nel mondo dello sport. Col passare del tempo le ambizioni cambiano, spero la vita mi possa riservare questa piacevole sorpresa. Crederci sempre, mollare mai.

Paolo Maldini e la vita nuova… nel calcio!

Paolo Maldini e la vita nuova… nel calcio!

di Alessandro Palamara

«Se da bambino mi fossi scritto una storia, la storia più bella che mi potessi immaginare, l’avrei scritta come effettivamente mi sta accadendo». Una volta mi capitò di leggere questa frase, forse era una giornata d’inverno e come spesso capita ero lì a guardare fuori da quella finestra e pensare a come sarebbe stato il mio futuro, la mia vita… continua

error: