Aldo L'Erario

Futuro e progresso: quo vadimus?

Futuro e progresso: quo vadimus?

di Aldo L'Erario

Si tende a pensare che il futuro sia in generale legato a qualche forma di progresso. Sembra quasi che più passano gli anni e più la tecnica, il sapere, la società e i valori dell’umanità sono destinati a progredire. Ma non è sempre stato così: la nostra idea di progresso è in realtà moderna, e le mitologie e le convinzioni… continua

Corea, ultimatum? Tra fame e politica interna

Corea, ultimatum? Tra fame e politica interna

di Aldo L'Erario

“È comune defetto degli uomini, non fare conto, nella bonaccia, della tempesta” Niccolò Machiavelli Gli eventi che di recente hanno attirato l’attenzione sulla penisola coreana hanno fatto sorgere dubbi sulla effettiva stabilità dell’area. Non è scontato riuscire a informare con completezza sui fatti: se e dove ci sia un pericolo difficilmente si comprende da eventi isolati e riportati dal telegiornale. La situazione… continua

La nuova vita della virtù: la rinascita dell’uomo

La nuova vita della virtù: la rinascita dell’uomo

di Aldo L'Erario

Ci sono molti modi di intendere una “vita nuova”. Ad esempio, non tutte le vite nuove sono fatte di esteriorità e di cambiamenti improvvisi. Alcune sono interiori, e l’opportunità di viverle si presenta in maniera inesorabile, come una chiamata a prendere o lasciare. Di più, alcune vite nuove non si presentano una volta per tutte, ma giorno per giorno. Alcune… continua

I Padri Fondatori: visione e ideali

I Padri Fondatori: visione e ideali

di Aldo L'Erario

«Quando, nel corso degli umani eventi, diviene necessario per un popolo spezzare i legami politici che lo hanno unito ad un altro, ed assumere, fra le potenze della terra, la posizione distinta e paritaria a cui le leggi della Natura e di Dio gli danno diritto, il giusto rispetto dovuto alle opinioni dell’umanità esige che esso dichiari le ragioni che… continua

Geopolitica: Polansky e l’impero che non c’è

Geopolitica: Polansky e l’impero che non c’è

di Aldo L'Erario

Se avete occasione di leggere L’impero che non c’è di David Polansky, magari come testo a scelta per un esame di storia contemporanea all’Università, fatelo. Davvero: è un libro molto divertente. Perché? Semplice: l’autore sostiene che gli Stati Uniti d’America, in realtà, non abbiano geopolitica. Nessun intento imperialistico. Nessuna guerra interessata. Basi militari in tutto il mondo per controllare la… continua

Heidegger e la tecnica come svelamento

Heidegger e la tecnica come svelamento

di Aldo L'Erario

Si può dire che la tecnica sia uno strumento? Il mondo della tecnologia è solo un insieme di mezzi? E che sia o meno così, che effetti ha su di noi che ce ne serviamo? Martin Heidegger, di professione filosofo, ha avuto qualcosa da dire al riguardo. Pensatore tedesco, impose la propria visione in uno scenario che gli era quanto… continua

error: